Pravda.ru

Dal mondo » Africa

Protesi per un ghepardo amputato da una trappola

24.12.2006
 

Un ghepardo di due anni al quale una rozza trappola aveva dilaniato una zampa riceverà una protesi in quello che è un intervento senza precedenti da parte di chirurghi veterinari su un animale in Sud Africa. Betty Blue – così si chiama la giovane femmina – è stata operata al De Wildt Cheetah and Wildlife Centre, vicino a Johannesburg, per rimediare ai danni causati dalle fauci metalliche si una tagliola che le aveva imprigionato la zampa posteriore sinistra nella provincia di Mpumalanga.

“Era stata portata a un veterinario, il quale, vista la gravità della ferita, aveva ritenuto che dovesse essere sottoposta a eutanasuia, ma noi non siamo sostenitori dell’eutanasia e abbiamo deciso di tentare qualche altra cosa”, ha detto la vice direttrice del progetto Banessa Bouwer.

Un veterinario esperto in fauna selvatica, Peter Caldwell, ha dapprima amputato due dita di un piede che già mostravano sintomi di cancrena, ma ha poi dovuto amputare un po’ più di sei centimetri della zampa.

A questo punto il personale di De Wildt ha prospettato un’idea che non era mai stata presa in esame prima nel caso di un ghepardo. “Abbiamo pensato, dai, possiamo migliorare la qualità della sua vida e darle un po’ più mobilità”, ha detto la Bouwer, spiegando come si è arrivati alla decisione di dare a Betty una protesi.

“I ghepardi nella caccia si affidano alla velocità, il che significa che non potrà essere reinserita nell’ambiente da cui proviene, ma la protesi può darle una ragione di vita”.

Al principio del prossimo anno il fisioterapista che sta occupandosi di Betty e i tecnici del centro si riuniranno per pensare al disegno e al modo di adattarle la nuova zampa.

Il ghepardo ha già stupito il personale del centro per la tranquillità con cui si sdraia per lasciarsi curare. Anche quando sono andati a vederla i giornalisti, ieri, Betty Blue era apparentemente dimentica dell’assistente che stava cambiando le bende alla zampa amputata, brontolando soltanto un po’ quando le hanno rimesso il gesso. “E’ difficile credere che sia un animale selvatico”, ha detto la direttrice del programma educativo del centro, Marilyn Hull, dopo aver dato una mano a rifare la medicazione. La Hull ha memoria di un solo altro animale che abbia ricevuto una protesi ed era un elefante.

I ghepardi nell’Africa meridionale sono costantemente a rischio a causa di trappole piazzate da allevatori ansiosi di proteggere il loro bestiame o da persone affamate nella speranza di catturare un’antilope. In Sud Africa sopravvivono soltanto un migliaio di ghepardi, mentre anche nel vicino Zimbabwe questi felini stanno scomparendo a causa delle trappole messe da tante persone affamate nella speranza di procurarsi cibo. Il ghepardo, come si sa, è l’animale più veloce della terra, potendo raggiungere velocità fino a 120 km. Tuttavia non si sa, ha concluso Hull, di un ghepardo che abbia mai ucciso un essere umano.

| Ancora
3165