Pravda.ru

Dal mondo

Gli americani preparano un triplice attacco nel Medio Oriente

25.03.2007
 
Pagine: 12

"Cosa faranno gli iraniani in questa situazione? Potranno nuovamente bloccare il Golfo di Ormuz, come avevano gia' fatto in precedenza, durante la prima guerra nel Golfo.All'epoca affondarono una petroliera, fatto a cui fece seguito un brusco aumento del prezzo del greggio, sebbene attualmente sia gli Stati Uniti che l'Europa abbiano provveduto ad accumulare ingenti riserve strategiche di materie prime", sostiene l'esperto militare russo.

"L'anno scorso, durante un'esercitazione militare, - prosegue nella sua analisi Anatolij Zyganok - l'Iran sperimento' un missile marino per parametri tecnologici molto simile all'analogo di fabbricazione russa "Shkval". Cio' lascia presupporre che gli iraniani siano perfettamente in grado di colpire obiettivi dislocati sino a 40 chilometri dalle loro coste. Inoltre di recente sono state mandate in onda immagini che mostravano il lancio di un satellite cosmico iraniano, fatto che presumibilmente sta a testimoniare che Teheran disponga gia' di missili in grado di essere lanciati da bombardieri strategici".

"Parlando poi della possibile contrapposizione militare fra gli Stati Uniti e l'Iran, non vanno dimenticati i nuovi metodi di tattica utlilizzati nella conduzione di operazioni militari nel Medio Oriente. Nel corso della guerra dell'anno scorso sul confine israelo-libanese, il movimento proiraniano "Hezbollah", tra le altre cose, aveva minacciato di colpire le vie di riforrnimento a vari arsenali di armamenti e bombe aeree per l'esercito israeliano direttamente nei porti nei quali ne veniva effettuato il trasbordo una volta provenuti dall'America. In altre parole, gli iraniani hanno dimostrato sia di essere in grado di combattere con mani altrui che di colpire obiettivi situati non solo nel Golfo Persico", ha affermato Zyganok.

"Attualmente nessuno e' in grado di dire chi esattamente costituisca la "quinta colonna" iraniana. Si tratta di una questione assai seria, - commenta Anatolij Zyganok -, e non e' affatto esclusa l'ipotesi che prevede il ricorso da parte dell'Iran alla gioventu' prosciita in Europa, nel mirino della quale in primo luogo finirebbero la principale base di trasbordo europea di Glasgow, oltre a quelle di Rammstein in Germania, di Costanza in Romania ed altre".

Pagine: 12
| Ancora
2412