Pravda.ru

Dal mondo

Dopo Al-Qaeda anche i Talebani pronti a colpire l'Europa

24.10.2006
 
Dopo Al-Qaeda anche i Talebani pronti a colpire l'Europa

I guerriglieri radicali afghani talebani, hanno trovato la "giustificazione" morale che d'ora in avanti permettera' loro di compiere attentati terroristici in Europa non solo nei confronti di uomini politici ed alti esponenti sociali, bensi' e soprattutto nei confronti di persone comuni al fine di vendicarsi dell'invasione che nel 2001 segno' la caduta del loro regime in Afghanistan. Evidentemente le leggi della vendetta vengono dedotte in maniera elementare dalla stessa idea della democrazia.

In un'intervista esclusiva rilasciata all'emittente satellitare britannica "Sky News", e piu' precisamente alla giornalista Alex Crawford, che lo ha intervistato in una localita' segreta in una regione al confine tra l'Afghanistan ed il Pakistan, il mullah Mohammed Amin, un comandante della guerriglia afghana, ha dichiarato che "il terrorismo contro le persone comuni in Europa e' giustificato perche' sono loro che hanno votato i governi che hanno mandato gli invasori stranieri. Loro sono venuti nelle nostre case ed hanno attaccato le nostre donne ed i nostri bambini". "Ci sono le persone comuni dietro a tutto cio' - ha continuato il mullah Amin - e noi non le risparmieremo. Le uccideremo e rideremo di loro, come loro ci uccidono e ridono di noi".

Oltre ad Al-Qaeda dunque, un'altra minaccia incombe sull'Europa, dal momento che i talebani, per bocca di uno dei loro capi, sono fermamente intenzionati a compiere atti terroristici nelle maggiori citta' europee. A differenza pero' dei seguaci di Bin Laden che ricorrono prevalentemente ai kamikaze, i talebani non sono intenzionati a sacrificarsi in nome di Allah, preferendo il cosiddetto "modello di Baghdad", cioe' bombe e mine attivate a distanza e fatte esplodere in luoghi affollati. "Sono la nostra tattica migliore", ha dichiarato a proposito il mullah Amin.

| Ancora
2148