Pravda.ru

Dal mondo

Usa: Pentagono ha venduto "per errore" armi a paesi come l'Iran e la Cina

18.01.2007
 

Il Pentagono ha venduto, per sbaglio, forniture militari proibite a paesi come l'Iran e la Cina. Lo rivela l'agenzia stampa Associated Press, secondo cui alcuni intermediari sono riusciti a sfruttare le debolezze nei sistemi delle aste pubbliche per le armi obsolete per fare operazioni proibite. Tra le armi in questione ci sono tra l'altro elementi di aerei da combattimento oltre a componenti per i missili.

Tra i casi scoperti dalla Ap, almeno uno riguarda l'Iran: un paese che il presidente Usa George W. Bush ha inserito nel cosidetto 'asse del male'. In particolare, un venditore di armi del Pakistan ha esportato verso l'Iran motori di elicottero Chinook, dopo averli acquistati da una società che a sua volta li aveva comprati al 'supermercato' dell'usato del Pentagono.

Ma quello che forse colpisce di più è che l'uomo aveva ripreso il suo commercio un po' particolare dopo essere stato in carcere, a seguito di una condanna per avere esportato - sempre verso l'Iran - elementi di missili americani. L'Amministrazione Usa teme che Teheran possa finalmente essere in grado di acquistare - sfruttando i pochi controlli - pezzi di ricambio per i caccia-bombardieri F-14 'Tomcat', acquistati ai tempi dello scià, quando la Persia era uno stretto alleato degli Stati Uniti.

Fonte: www.canisciolti.info

| Ancora
1416