Pravda.ru

Dal mondo

Unicef: sono 200 milioni ogni anno i bambini vittime di violenze sessuali

13.12.2006
 

Per le ragazze più giovani, spesso il primo rapporto sessuale è forzato. Secondo le stime dell'Organizzazione mondiale della sanità, 150 milioni di bambine e 73 milioni di bambini (dati 2002) sono vittime di violenze fisiche o sessuali. Lo riferisce il rapporto annuale dell'Unicef sulla condizione dell'infanzia, presentato oggi.

La violenza fisica registra anche il crudele fenomeno delle mutilazioni genitali subite da 130 milioni fra donne e bambine. Il 36% delle donne fra 20 e 24 anni sono sposate o convivono prima dei 18 anni, soprattutto nell'Africa sub-sahariana e in Asia meridionale. Ogni minuto una donna muore per complicanze durante il parto, per un totale di 500 mila vittime ogni anno.

Il 99% di queste morti avviene nei paesi in via di sviluppo (90% concentrati in Africa e Asia). Circa 14 milioni di ragazze fra i 15 e 19 anni partoriscono ogni anno; se al parto una madre ha meno di 18 anni il rischio che il figlio muoia entro il primo anno di vita è 60 volte maggiore.

In Burkina Faso, Mali e Nigeria almeno il 75% delle donne afferma che sono i mariti a prendere decisioni per la loro salute. In Bangladesh e Nepal stessa situazione per il 50% delle intervistate e nello stato di Gujarat, in India, il 50% ha detto di non poter portare i figli dal dottore senza permesso di marito o suocero.

Elevato anche il rischio contagio Hiv per le donne che spesso non conoscono le modalità di trasmissione del virus. In parte dell'Africa e dei Carabi, le ragazze tra i 15 e 24 anni corrono un rischio 6 volte maggiore rispetto ai coetanei maschi. Le donne costituiscono circa 13,2 milioni, il 59% degli adulti con Hiv nell'Africa a sud del Sahara.

Fonte: www.canisciolti.info

| Ancora
1850