Pravda.ru

Dal mondo

L'Europa si prepara ad un Natale di sangue

12.12.2006
 
L'Europa si prepara ad un Natale di sangue

Le imminenti feste natalizie non fanno venire alla mente solamente i momenti di gioia di tutti coloro i quali vanno in giro per i negozi alla ricerca di regali per i propri cari ed amici, ma fanno bensi' aumentare anche il senso di paura legato ai tragici avvenimenti che purtoppo di solito avvengono proprio alla vigilia di Natale. Il fatto e' che se si da' un'occhiata alla statistica degli ultimi anni, ci si accorge che proprio in prossimita' delle feste natalizie prende il via il periodo di piu' intensa attivita' da parte dei terroristi, i quali progettano esplosioni e stragi proprio durante i giorni di dicembre segnati in rosso sul calendario.

Il rischio di attacchi terroristici nel periodo natalizio e nel corso delle festivita' successive e' "effettivamente molto elevato", hanno confermato questa tesi i funzionari della famosa sezione dei servizi segreti britannici "MI5", i quali negli ultimi tempi si occupano esclusivamente di organizzazioni terroristiche che rappresentano un effettivo pericolo per la societa'. In modo accorto, al fine di non provocare un'ondata di panico che in questo caso specifico sarebbe piu' che comprensibile, i funzionari della MI5 rendono noto che attualmente attorno alla sfortunta Europa ruotano alcune decine di queste organizzazioni terroristiche pronte a colpirne la popolazione civile, trasformando spietatamente quelli che dovrebbero essere momenti di autentica gioia in lacrime e dolore. Ovviamente gli agenti speciali fanno tutto cio' che e' nelle loro forze, ma...

Le dichiarazioni dei terroristi risuonano ugualmente minacciose: "Non siamo in grado di garantire al 100% che ci andra' bene, ma promettiamo sempre al 100% che faremo tutto il possibile", dichiarazione che, quando si tratta della sicurezza sociale, non e' che tranquillizzi troppo. Tuttavia gli agenti segreti britannici non se ne stanno con le mani in mano e fanno sapere che solo negli ultimi tempi sono riusciti ad evitare non meno di 30 atti terroristici progettati dai terroristi proprio durante il periodo natalizio.

Intanto la preparazione al Natale e ai possibile atti terroristici e' in piena fase e soprattutto ai cittadini britannici non dispiacera' il fatto che nel periodo festivo verranno instancabilmente osservati da agenti delle piu' svariate istituzioni, responsabili dell'ordine e sicurezza pubblica. Su particolare disposizione da parte del governo inglese infatti, per tutto il corso del periodo pre e postnatalizio verra' indetto uno speciale regime di sicurezza pari al secondo grado di allerta, come dichiarato in questi giorni dal ministro degli Interni inglese John Reed nel corso di un'intervista televisiva.

Reed ha altresi' ricordato che durante la scorsa estate, quando tutti si aspettavano atti terroristici a bordo di aerei in volo dalla Gran Betagna verso gli Stati Uniti, venne introdotto il regime massimale di allerta, di un grado superiore a quello introdotto in questi giorni che, secondo il parere dei servizi segreti britannici dovrebbe permettere efficacemente di prevenire eventuali atti terroristici.

Resta solo da ammirare la calma dei cittadini inglesi, famosi per la propria impassibilita', i quali anche di fronte a tali scoraggianti notizie, possono godersi in pace le festivita' natalizie sapendo che i propri servizi segreti sono gia' attivamente all'opera nel tentativo di catturare i perfidi terroristi ancor prima che questi ultimi riescano a trasformare la festosa atmosfera natalizia in un'atmosfera di dolore e tragedia.

| Ancora
3841