Pravda.ru

Dal mondo

Veleni nucleari: il commercio mortale

12.12.2006
 
Pagine: 1234

Andrei Lugovoi e Dmitry Kovtun – Lugovoi, un altro agente ex-KGB, e Kovtun, un altro russo, incontrarono Litvinenko al Millennium Hotel in Grosvenor Square, subito dopo il suo incontro con Scaramella. Lugovoi, che adesso lavora come addetto alla sicurezza a Mosca, insisteche non ha niente a che fare con l’avvelenamento e che il trio s’incontrò per discutere di affari. Dice che Litvinenko non bevve nulla quando era con loro ed è pronto a collaborare con la polizia.

Anna Politkovskaya – Giornalista russa di rilievo, lavorava per la Novaya Gazeta. Fu uccisa nel suo condominio a Mosca il 7 ottobre 2006. Si sa che Litvinenko stava indagando sulla sua morte quando fu avvelenato. Era una coraggiosa e schietta critica del presidente Putin e della sua politica nei sulla Cecenia. Scriveva regolarmente di abusi sui diritti umani. Nel 2004 vinse il premio Olof Palme per il suo lavoro proprio nell’ambito dei diritti umani. Politkovskaya aveva già ricevuto minacce di morte per via del suo lavoro.

Fonte: http://www.observer.co.uk/

Pagine: 1234
| Ancora
1125