Pravda.ru

Dal mondo

Le trame di Cheney per un attacco atomico contro l'Iran

09.10.2006
 
Pagine: 123

I due bocciano in blocco la fattibilità di un'invasione convenzionale del territorio, mettono in discussione l'efficacia di incursioni dei commando e dell'aviazione, sfatano ogni “miraggio” di un possibile attacco israeliano contro i siti nucleari iraniani, e poi passano ad esporre le capacità di contrattacco asimmetrico di cui gli iraniani dispongono. Gli autori concludono: “Alla fine potrebbe diventare necessario affrontare i militari iraniani sul loro status di potenza nucleare emergente, ma i costi sarebbero talmente alti che prima di arrivare ad adottare misure del genere occorrerà esaurire ogni mezzo diplomatico”.

* In una risoluzione presentata alla Camera dei Rappresentanti il 29 settembre, l'on. Dennis Kucinich chiede alla Casa Bianca di consegnare entro 14 giorni i documenti politici riguardanti l'Iran, compreso l'intelligence disponibile sul programma per l'energia nucleare iraniano e sulla “capacità dell'Iran di minacciare gli Stati Uniti con le armi nucleari”. Richiede inoltre ogni documentazione concernente le decisioni “di rimuovere il regime al potere in Iran”, i piani specifici per “operazioni segrete condotte da qualsasi elemento delle forze armate USA in Iran”, sulla costituzione di “un nuovo ufficio nel Dipartimento della Difesa simile per attività, funzione o incarico all'ex Office of Special Plans” (che funse da intelligence parallelo per la guerra in Iraq), su ogni ordine alle unità della marina prossime all'Iran di prepararsi all'azione, e su ogni National Intelligence Estimates, o altri documenti d'intelligence sulle conseguenze di un attacco USA all'Iran, comprendente anche le conseguenze economiche.

Lo stesso giorno l'on. Wayne T. Glichrest e 19 altri parlamentari, repubblicani e democratici, hanno scritto a Bush chiedendogli di aprire una trattativa diretta con l'Iran “il prima possibile”, notando come “più di 25 anni di politica tendente ad isolare l'Iran ci ha allontanato, invece di avvicinarci, a questi obiettivi”.

Jeff Steinberg – EIR N. 33, 6 ottobre 2006
Fonte: www.movisol.org

Pagine: 123
| Ancora
2230