Pravda.ru

Dal mondo

La Danimarca continua a provocare il mondo islamico

09.10.2006
 
La Danimarca continua a provocare il mondo islamico

A poco piu' di un anno dalla pubblicazione delle famose vignette satiriche su Maometto sul giornale danese Jyllands-Posten che scatenarono un vero putiferio di proteste e violenze e, appena placatesi le polemiche susseguenti al discorso tenuto di recente da Papa Benedetto XVI all'universita' di Ratisbona, anch'esse fonte di profondo sdegno da parte dei musulmani, il mondo islamico viene nuovamente duramente provocato.

E ancora una volta, esattamente come un anno fa, la provocazione arriva dalla Danimarca, dove alcuni attivisti del Partito del popolo danese (Pdd), movimento di estrema destra, non solo hanno indetto un concorso per raffigurare il Profeta Maometto nel modo piu' avvilente, ma hanno bensi' girato un filmato decisamente irrisorio nei confronti del simbolo della fede islamica, successivamente mandato in onda venerdi' scorso dal canale televisivo danese TV2.

La notizia, lanciata dal quotidiano Nyhedsavisen, e' stata poi confermata da Soren Espersen, portavoce per le Politiche estere della formazione del partito di estrema destra in questione. In alcuni passaggi del filmato, si vedono i partecipanti alla festa della base giovanile del partito, tenutasi lo scorso 5 agosto, che sfilano camuffati in modi svariati col preciso intento di sbeffeggiare la figura di Maometto. Alcuni partecipanti al concorso hanno rappresentato il Profeta nelle fattezze di un cammello che urina mentre altri nelle vesti di un cosiddetto "kamikaze" ubriaco intento a piazzare una bomba all'interno dell'aeroporto di Copenaghen, rigorosamente munito di turbante e cintura esplosiva. Il tutto ?????????????????????in un clima decisamente goliardico, dove gli stessi partecipanti al concorso si sbellicano letteralmente dalle risa.

''Possiamo divertirci con cio' che vogliamo, si tratti di Maometto, Gesu', Budda o i nostri leader politici'', ha affermato Soren Espersen prendendo le difese del concorso. Considerate le reazioni dei musulmani susseguenti alla pubblicazione delle famose vignette un anno fa e tenendo ben presente che il filmato in questione, come anche sottolineato da alcuni mass-media danesi, rappresenta un documento che rischia di offendere ed infiammare il mondo islamico ancor piu' profondamente rispetto alle vignette, sara' interessante vedere in che modo si "divertiranno" adesso i rappresentanti di fede islamica.


| Ancora
2675