Pravda.ru

Dal mondo

L'amministrazione Bush finanzia segretamente un'organizzazione terroristica pakistana al fine di destabilizzare la situazione in Iran

05.04.2007
 
L'amministrazione Bush finanzia segretamente un'organizzazione terroristica pakistana al fine di destabilizzare la situazione in Iran

Il canale televisivo americano ABC ha mandato in onda uno scandaloso reportage dedicato all'organizzazione terroristica islamica "Jundullah", composta da un centinaio di guerriglieri pakistani della provincia del Balucistan, prossima al confine con l'Iran, autori di operazioni di stampo partigiano sul territorio iraniano nonche' del sequestro e dell'uccisione di soldati e funzionari iraniani, che verrebbe appoggiata e finanziata segretamente dall'amministrazione Bush allo scopo di destabilizzare la situazione in Iran.

L'organizzazione terroristica pakistana "Jundullah" e' stata inoltre autrice di diversi attentati in Iran, il piu' crudele dei quali, successivamente rivendicato, avvenuto a febbraio di quest'anno nella citta' iraniana di Zehedan, quando almeno 11 membri dei Guardiani della Rivoluzione vennero uccisi a bordo di un autobus.

Il canale ABC ha mandato in onda alcuni video appartenenti all'organizzazione terroristica pakistana, nei quale si vedono soldati e funzionari iraniani che vengono prima torturati e poi uccisi di fronte ad una telecamera. Citando poi fonti governative pakistane, il canale televisivo ABC fa sapere che la campagna terroristica nei confronti dell'Iran con l'impiego del gruppo "Jundullah", era all'ordine del giorno in occasione di un incontro tra il vicepresidente degli Stati Uniti Dick Cheney col presidente del Pakistan Pervez Musharraf, in occasione della visita ufficiale che Cheney fece in Pakistan nel febbraio scorso.Tuttavia al momento sia Cheney che il suo entourage non hanno minimamente reagito alla richiesta di commentare la notizia.

Il canale ABC ha altresi' ricordato che nel marzo scorso il canale televisivo di stato iraniano aveva accusato la CIA di preparare atti terroristici sul territorio nazionale per mezzo dei "Jundallah", mentre un rappresentante della CIA al quale l'ABC si era rivolta al fine di chiarire la situazione, aveva dichiarato che "le notizie relative alle presunte azioni della CIA sono prive di fondamento" e che "gli Stati Uniti non finanziano l'attivita' del gruppo terroristico pakistano degli Jundallah, che a sua volta viene finanziato da emigranti iraniani attualmente residenti sia in Europa che in altri Paesi del Golfo Persico, limitandosi ad avere rapporti molto stretti con il suo leader, Abd el malik Regi, al fine di ottenere informazioni atte ad individuare membri altolocati di Al-Qaeda".

Da notare infine, che alcuni ex membri della CIA interpellati a proposito dalla ABC, hanno evidenziato le analogie della "nuova tattica" con quelle ad esempio adottate negli anni '80 al fine di destabilizzare la situazione in Nicaragua.

| Ancora
3083