Pravda.ru

Dal mondo

Bush: ammetto che la recente ondata di violenza in Iraq e' stata sconvolgente

04.12.2006
 

"Ammetto che la recente ondata di violenza in Iraq è stata sconvolgente. Ma dobbiamo aiutare l'Iraq a trovare la strada della libertà e della democrazia". Lo ha detto il presidente George W. Bush nel suo discorso radiofonico del sabato, ribadendo che intende ricevere "tutti i consigli" necessari prima di annunciare le sua nuova strategia per l'Iraq.

"Per avere successo in Iraq bisognerà che i leader di Washington, repubblicani e democratici, dialoghino e raggiungano un accordo sul modo migliore di procedere - ha detto Bush nel suo discorso settimanale agli americani, dedicato interamente all'Iraq - Così intendo lavorare con i leader di entrambi i partiti per raggiungere questo traguardo". Bush ha ammesso che le cose devono cambiare per avere successo in Iraq.

"Dobbiamo fare di più e farlo più rapidamente - ha detto Bush - Dobbiamo aiutare i leader iracheni eletti a ottenere le forze necessarie, aiutare il governo democratico dell'Ira a diventare più efficace nel combattere i terroristi, nel provvedere sicurezza e stabilita, specialmente a Baghdad".

"Molta gente si chiede in America quale sia la strada migliore da seguire - ha detto Bush -. Il lavoro che ci aspetta non sarà facile. Ma aiutando il premier Maliki a rafforzare le istituzioni democratiche irachene e a favorire la riconciliazione nazionale, i nostri leader militari e diplomatici possono aiutare l'Iraq a imboccare la strada della libertà e della democrazia". Il presidente Bush ha incontrato il premier iracheno Nuri al-Maliki giovedì in Giordania.

Fonte: www. canisciolti.info

| Ancora
1777