Pravda.ru

Dal mondo

Iraq: nel mese di gennaio sono morti quasi 2.000 civili

02.02.2007
 

Nel primo mese del 2007 in Iraq sono morti quasi 2.000 civili, la maggior parte dei quali in scontri di lotta settaria . E' il bilancio reso pubblico dalle forze di sicurezza irachena, in condizione di anonimato, sulla base di dati ufficiali del ministero della salute.

I dati diffusi oggi tracciano una escalation della violenza in Iraq: fonti ufficiali irachene avevano denunciato l'uccisione di 1.925 civili nel solo mese di dicembre 2006, mentre si e' calcolato che i civili morti a gennaio 2007 sono 1.992.

A confermare il triste trend dell'aumento delle vittime civili c'e' poi il numero delle persone ferite, ben 390 in piu' rispetto all'ultimo mese del 2006: dai 1.551 feriti di dicembre si e' infatti passati ai 1.941 di gennaio. I dati sembrano smentire ogni velleita' statunitense di riportare il controllo in Iraq.

E a proposito di Usa, a gennaio sono stati 90 i soldati americani a restare uccisi dagli scontri con insorti iracheni: un numero inferiore rispetto ai 110 caduti di dicembre, ma pur sempre maggiore delle perdite medie giornaliere dal 2003 a oggi: 3 morti al giorno a gennaio 2007, contro i 2 di media.

Fonte: www. canisciolti.info

| Ancora
1270