Pravda.ru

Dal mondo

Anche il Re dell'Arabia Saudita mette in guardia l'Iran da un attacco statunitense

01.04.2007
 
Anche il Re dell'Arabia Saudita mette in guardia l'Iran da un attacco statunitense

Il Re dell'Arabia Saudita Sultan Bin Abdul Aziz ha messo in guardia il presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad dalla reale pericolosita' rappresentata da un attacco di parte americana nei confronti dell'Iran.

Il monarca saudita, in occasione della visita di Ahmadinejad nella capitale saudita a Er-Riad, ha detto al presidente iraniano che l'Iran farebbe bene a non sottovalutare la minaccia bellica da parte degli Stati Uniti. Piu' esattamente, secondo quanto dichiarato successivamente dal ministro degli Esteri saudito Saud al-Faizal, il Re dell'Arabia Saudita avrebbe detto testualmente al presidente iraniano: "Non scherzare col fuoco, non pensare che le minacca di un attacco americano nei confronti dell'Iran non esista: si tratta di una minaccia reale".

Quello di Er-Riad e' il secondo tentativo intrapreso negli ultimi giorni da parte del monarca saudita di farsi portavoce del mondo arabo a proposito degli importanti problemi della regione.

In precedenza, piu' esattamente il 28 marzo scorso, Sultan Bin Abdul Aziz aveva aspramente criticato la presenza militare americana in Iraq, definendola "un'occupazione illegittima", dichiarazione che non e' sfuggita all'attenzione della Casa Bianca nonostante il fatto che l'Arabia Saudita sia tradizionalmente uno dei principali alleati degli Stati Uniti nella regione.

| Ancora
1654