Pravda.ru

Societa' » Vere storie di vita

Il primo miliardario dell'URSS ha perso 200 milioni di dollari e adesso vive in un paesino dimenticato da Dio

17.01.2006
 
Pagine: 12
Il primo miliardario dell'URSS ha perso 200 milioni di dollari e adesso vive in un paesino dimenticato da Dio

L'ex oligarca Guerman Sterligov attualmente vive nella periferia della provincia di Mosca. Fino ad un paio di anni fa viveva dove tuttora vive la maggior parte dell'elite russa, cioe' in un lussuoso quartiere situato sulla statale Rublevo-Uspenskoye in prossimita' di Mosca. Guerman Sterligov divenne un oligarca all'alba della perestroyka, aprendo la prima borsa valori in Russia denominata Alisa. Divenne famoso grazie anche ad uno scandalo collegato ad una campagna pubblicitaria a favore di un'azienda produttrice di casse da morto. Racconta che, quando era incredibilmente ricco, prestava denaro ai vergognosi oligarchi Vladimir Gusinskji e Mihail Khodorkovskji. Guerman Sterlgov divenne povero in seguito alla propria campagna elettorale quando, candidato alla presidenza della Russia, perse alle elezioni. Di conseguenza fu costretto a vendere la propria villa nel quartiere residenziale sulla statale Rublevo-Uspenskoye e ritirarsi con la famiglia in campagna.

Attualmente Guerman vive in un lontano e deserto villaggio situato ad una sessantina di chilometri da una piccola cittadina da qualche parte nella provincia di Mosca, impossibile da raggiungersi direttamente anche su una jeep. Il posto e' infestato da lupi, il che sta a provare che l'ex oligarca si e' ritirato in un posto decisamente selvaggio. Guerman Sterligov vive in una cas a due piani. Prima della rivoluzione del 1917, la famiglia di Sterligov resideva proprio in questo posto. Ma quando l'ex-miliardario ha deciso di ristabilirsi nel posto di origine, il paesino era quasi competamente disabitato.

Guerman dice di avere innanzitutto costruito un bel cottage con il denaro ricavato dalla vendita della sua villa lussuosa a Mosca. Ma il cottage venne incendiato una notte, quando i lavori di costruzione erano quasi praticamente ultimati. Attualmente la famiglia vive in una casa semplice nella quale nessuno viene invitato ed ospitato.

Una volta stabilitosi in campagna, Guerman ha dovuto adattarsi all'agricoltura. Adesso ha pecore, mucche, galline, oche ed anatre. Possiede inoltre un orto nel quale coltiva verdura, avena, farina e persino grano saraceno.

La moglie di Guerman, Aliona, vestita da contadina con un fazzoletto intorno alla testa, da il benvenuto al corrispondente del giornale Moskovskij Komsomolets. La giovane donna ha un bell'aspetto, nonostante abbia ben cinque figli. Dice che in fondo la sua vita non e' cambiata di molto, dopo che il marito ha deciso di ritirarsi in un posto cosi' selvaggio, dal momento che per 17 anni si e' sempre occupata delle faccende domestiche. Essendo la moglie di un oligarca, non disponeva di donne di servizio e si occupava in prima persona di tutte le faccende domestiche.

2

I genitori di Aliona erano gente povera. Fece la conoscenza di Guerman quando quest'ultimo affitto' l'appartamento della madre. A quell'epoca, Guerman lavorava solo saltuariamente ma era assolutamente sicuro che in futuro sarebbe diventato milionario. Quando Guerman chiese la mano di Aliona, le promise che sarebbe diventato ricco. I ragazzi ben presto decisero di sposarsi. La cerimonia fu molto modesta. Nel giro di sei mesi la promessa di Guerman divenne realta' e la coppia disponeva di denaro a sufficenza per vivere in un lussuoso cottage sulla statale Rublevo-Uspenskoye. Ma, per ragioni di sicurezza, la famiglia era costretta a cambiare cottage nel lussuoso quartiere ogni anno.

Una volta, Sterligov disse alla famiglia che era giunto il momento di trasferirsi negli Stati Uniti. La sua figlia maggiore passo' il primo anno e mezzo della sua vita nel quartiere piu' prestigioso di New York, Wall Street. La famiglia affittava un intero piano in un grattacielo ed aveva a disposizione una donna di servizio. Successivamente si trasferirono a Beverly Hills, dove vissero per un mese in un cottage. Ma la famiglia ben presto si stanco' di viverci e periodicamente di frequentare serate in compagnia dell'alta societa'.

Guerman Sterligov dice che non avevano ne' videocamera ne' televisione. Ritiene che guardare la TV sia solo una perdita di tempo. I genitori non volevano nemmeno mandare i figli a scuola, dal momento che erano intenzionati ad insegnare loro tutto a casa.

Aliona dice che la figlia piu' piccola e' stata l'unica a nascere in ospedale. Gli altri quattro figli sono nati tutti a casa. Il figlio piu' piccolo di tre anni, venne al mondo quando la famiglia viveva gia' in questo posto selvaggio. La moglie sostiene che far nascere figli oggigiorno all'ospedale, rappresenti un grosso stress per i bambini anche se i dottori e le infermiere cercano di essere gentili e si debba pagare abbastanza per avere buoni servizi. Nessuno dei suoi figli nati in casa pianse quando vide la luce per la prima volta. E' sorprendente il fatto che il figlio piu' piccolo venne alla luce nel giro di quindici minuti in maniera assolutamente indolore.

Pagine: 12
| Ancora
5348