Pravda.ru

Societa' » Spettacolo e sport

Abramovich entra nel mondo della moda

25.03.2006
 
Abramovich entra nel mondo della moda

Non molte persone a questo mondo sono cosi' ricche di fantasia come Roman Abramovich. Oltre al calcio, il presidente della regione russa Chukhotka e' interessato altresi' alla moda russa ed e' persino pronto a prendere parte ad alcune sfilate di moda. E' noto che l'oligarca e' intenzionato ad organizzare a Londra una sfilata di uno dei suoi stilisti preferiti, Denis Simaciov, che nel 2004 e' stato riconosciuto come una delle giovani personalita' piu' influenti in Russia.

Abramovich e sua moglie Irina sono conosciuti per essere ammiratori di questo stilista e ne vestono volentieri la produzione. Abramovich e Simaciov si sono conosciuti a Mosca nel corso di manifestazioni ufficiali dopodiche' Abramovich ha deciso di organizzare una sfilata di moda a livello professionale che si terra' a Stamford Bridge, stadio del Chelsea. Nel corso della sfilata verranno mostrate le collezioni autunno/inverno.

Alla sfilata si potra' partecipare solo su invito. Gli organizzatori sperano che le piu' note celebrita' di Londra ed i calciatori piu' famosi del Chelsea ne prendano parte.

La versione in lingua russa della rivista Vogue, una delle piu' vendute riviste di moda al mondo, sta partecipando ad organizzare l'evento. L'editrice capo della rivista, Aliona Doletskaya, che e' gia' stata ufficialmente invitata alla sfilata, sostiene che Simaciov sia uno dei stilisti russi di maggior successo.

"E' abbastanza controverso e allo stesso tempo ironico dal momento che nei suoi disegni esamina i simboli sovietici in un modo nuovo", ha detto la Deletskaya a proposito dello stile di Simaciov.

A riprova del fatto che Abramovich sponsorizzi Simaciov, nella nuova collezione c'e' una maglietta raffigurante Abramovich con uno slogan: "La mia felicita' dipende dal tuo successo". La maglietta costa 112 euro. Una maglietta ufficiale del Chelsea costa 110 euro.

La prima collezione di Denis Simaciov e' apparsa a Mosca nella primavera del 2001. La collezione che riportava simboli sovietici ed altri motivi popolari russi, ha regalato allo stilista una vasta popolarita'.

Utro

Tradotto da Michael Simpson

| Ancora
2506