Pravda.ru

Societa' » Spettacolo e sport

Due italiani nella Nazionale dei cattivi: Materazzi e Di Canio

15.10.2006
 

Sull'onda delle polemiche susseguite alla finale del Mondiale di Germania ed in particolare all'ormai leggendario episodio che ha visto protagonisti Marco Materazzi e Zinedine Zidane, il mensile calcistico francese "So Foot" ha stilato un "top 11" dei cattivi, una vera e propria nazionale-internazionale composta da quelli che vengono unanimemente definiti i calciatori piu' scorretti ed antisportivi d'Europa.

In questa nazionale dei cattivi troviamo due calciatori italiani, Paolo di Canio, famoso per i suoi gesti di stampo fascista e ovviamente Marco Materazzi, odiatissimo in Francia per la provocazione costata poi il cartellino rosso a Zidane nella finale di Berlino. Ma andiamo a vedere ruolo per ruolo, reparto per reparto chi sono gli undici piu' cattivi d'Europa secondo il mensile calcistico francese in un ipotetico modulo 4-3-3.

In porta troviamo Oliver Kahn del Bayern Monaco, noto tra l'altro per aver a suo tempo morsicato l'orecchio di un avversario e per alcuni gesti osceni rivolti ad una tifoseria avversaria. La difesa e' composta al centro oltre che da Materazzi, dal nazionale argentino Heinze militante attualmente nel Manchester United, denominato "angelo sterminatore". Sulle fascia sinistra il cosiddetto "terrore" del Manchester City Ben Thatcher, mentre quella destra e' occupata da colui che nel Chelsea viene definito "il cannibale", cioe' Khalid Boulahrouz.

A centrocampo troviamo i due mediani difensivi danesi Gravesen e Tofting "supportati" da Cyril Rool del Nizza, il quale nel campionato francese e' divenuto il recordaman assoluto per cartellini gialli e rossi guadagnati: rispettivamente 127 e 19!

E per finire l'attacco, dove "fascio" Di Canio agisce in compagnia dell'olandese del Bayern Marc Van Bommel e soprattutto dal centravanti del Manchester United e della nazionale inglese Wayne Rooney, il quale negli ultimi tempi pare si sia abbonato alle sospensioni da tre partite alla volta.

| Ancora
2113