Pravda.ru

Societa' » Sesso, rapporti

Seul: piu' sesso dopo i test nucleari

05.11.2006
 

Quando la speranza di vita subisce, improvvisamente, un'impennata verso il basso, resta da fare un'unica cosa: tanto, tantissimo sesso. A pensarla così, e i dati lo dimostrano, sono gli abitanti della Corea del Sud che, da quando l'irruento vicino ha effettuato il primo test nucleare, sembrano tutti vittima di una tempesta ormonale incontrollabile.

L'irruenza sessuale, dopo il 9 ottobre, si è tradotta in una straordinaria impennata delle vendite dei preservativi e in un "tutto esaurito" nei motel dell'amore. I dati diffusi dalle catene commerciali parlano chiaro. La media dei condom acquistati dopo l'esperimento atomico di Pyongyang è passata da 1.508 al giorno a 1.930 nella settimana successiva al test, per poi attestarsi a 1.772. Un risultato che per i venditori ha significato un aumento delle vendite pari al 14,8%.

Beneficiari dell'inaspettata "avidità" sessuale sono anche gli albergatori: dalla data fatidica, anche loro hanno visto aumentare la richieste di camere e di conseguenza i profitti. La richiesta di stanze a ore è tale che al momento risulta tutto esaurito, anche per il mese di novembre.

Come si spiega la reazione dei sud-coreani? Considerato che non esiste alcuna conferma empirica alla straordinaria impennata del desiderio sessuale, l'unica ipotesi accreditata resta quella del ricorso al sesso per attenuare la tensione. Fare l'amore, insomma, allunga la vita.

| Ancora
1531