Pravda.ru

Societa'

Cefalonia, un paradiso nel Mar Ionio

17.07.2006
 
Cefalonia, un paradiso nel Mar Ionio

Quindici ore circa di viaggio in traghetto da Bari o da Brindisi, qualcuna in più se partite da Ancona o Venezia. Sono tante, ma ne vale la pena: il viaggio in nave ha sempre un suo fascino particolare. Certo, in cabina o in poltrona sarete più comodi e dormirete (quasi) tranquillamente. Ma il fascino del viaggio sul ponte del traghetto, coperti da un sacco a pelo o da una coperta d’occasione, è ineguagliabile: magari dormirete poco, vi risveglierete indolenziti e infreddoliti, ma, accanto al vostro partner o in compagnia dei vostri amici, avvolti da un’atmosfera stranamente ovattata, godrete di un’aurora incantevole, con il sole che sorge alle spalle della splendida isola di Corfù. A quel punto mancheranno ancora 4-5 ore, poi l’attracco nel piccolo porto di Sami, per estensione il secondo centro abitato di Cefalonia.

L’isola è molto vasta (è la più grande tra le isole dello Ionio): data la scarsità dei mezzi pubblici a disposizione, si consiglia, nel caso non abbiate imbarcato in nave il vostro mezzo di trasporto, di affittare sul posto un’auto, un motorino, o, se siete sportivi e avventurosi, una bicicletta. Le rete stradale, seppure spesso tortuosa, consente di percorrere in lungo e in largo l’intera isola: sul vostro itinerario potrete imbattervi in paesaggi verdi e lussureggianti, ma anche in ambienti nudi e aspri. Scoverete vaste spiagge di sabbia finissima, così come piccole ma deliziose insenature tra le rocce: meravigliose la baia di Myrtos, la penisola di Assos, il vasto e sabbioso litorale della zona meridionale, le piccole calette tra Loudrate e Liakas, una manciata di chilometri a sud del capoluogo Argostoli.

Ovunque l’acqua è limpida e cristallina. Affascinanti senza dubbio sono i tanti, piccoli paesi che troverete sul percorso: Fiskardo, Kateleios, Ag.Efimia sono solo alcuni tra gli innumerevoli villaggi adagiati sul mare, costellati di minute casette bianche e di barche di pescatori. Da visitare anche il lago sotterraneo di Melissani, la grotta di stalagmiti a Drogarati e, ad Argostoli, il monumento ai soldati italiani trucidati dai tedeschi nella seconda guerra mondiale. Se tutto questo non bastasse, a 30 minuti di traghetto da Sami c’è Itaca, la patria di Ulisse, isola selvaggia e poco civilizzata, ma stupenda.
Certo, non aspettatevi il turismo di massa di altre isole greche, quelle dell’Egeo in particolare. Cefalonia è ancora una terra in parte incontaminata, popolata da indigeni più che da turisti, adatta ad una vacanza rilassante più che alle follie estive. Ma forse sta proprio qui il suo fascino: tornati nelle vostre città, avrete per sempre negli occhi l’immagine di quest’isola paradisiaca.

| Ancora
2984