Pravda.ru

Societa'

Abramovic terrorizzato dall'idea di venire avvelenato

12.12.2006
 

Roman Abramovic ha paura di diventare l'ennesima vittima degli "avvelenatori russi". Come riportato in questi giorni dal tabloid inglese "The Sunday People", il patron del Chelsea non solo rifiuta di mangiare qualsiasi tipo di cibo se non quello che gli viene preparato dal suo cuoco di fiducia, ma ha anche bloccato tutte le forniture di prodotti alimentari, sushi compresi, indirizzate al consiglio direttivo del Chelsea allo stadio Stamford Bridge.

Come riferito al "The Sunday Peopole" da una fonte anonima vicina ai piu' diretti collaboratori del magnate russo, tutto cio' "e' l'unico modo per garantire che il cibo di cui si nutre non rappresenti una minaccia per Abramovic, i cui timori sul fatto che egli possa diventare l'ennesima vittima di un avvelenamento sono piu' che sufficenti". Nell'articolo si legge che Abramovic negli ultimi tempi prende con se' il suo cuoco di fiducia in occasione di ogni trasferta e che "si rifiuta persino di mangiare i panini preparati nella mensa aziendale". L'autore dell'articolo che tali eccezionali misure di sicurezza sono legate al fatto che Abramovic di nemici nella sola Russia ne ha piu' che a sufficenza.

Nel frattempo una smentita ufficiale alla notizia e' giunta dal portavoce dell'oligarca, il quale, in un'intervista rilasciata all'emittente radiofonica moscovita "Echo Moskvy", l'ha definita senza troppi peli sulla lingua "l'ennesima stronzata pubblicata dal Sunday People".

| Ancora
1571