Pravda.ru

Societa'

Scandalo sessuale in Israele: la figlia quattordicenne di un generale "si fa" un'intera compagnia di soldati

10.05.2006
 
Scandalo sessuale in Israele: la figlia quattordicenne di un generale "si fa" un'intera compagnia di soldati

All'interno delle Forze aeree israeliane e' scoppiato l'ennesimo scandalo a sfondo sessuale: decine di militari sono in attesa di essere processati per avere violentato la figlia minorenne di un generale in una base aerea nel sud del paese.

Per di piu' la ragazzina afferma che e' tutto e' successo con il suo consenso e prega la corte di non arrecare danno ai suoi 35 amanti, nonostante il fatto che, secondo la giurisdizione israeliana, i rapporti sessuali con persone inferiori ai 14 anni vengono ritenuti atti di violenza se l'eta' dell'autore e' di 2 anni superiore a quella della vittima.

Le dichiarazioni della ragazzina hanno occupato le prime pagine di decine di giornali israeliani. Ha raccontato nei dattagli con chi ha fatto sesso, in che modo, quanto durava l'atto sessuale ed ha fatto i nomi dei suoi amanti della base aerea.

In ogni caso, la ragazzina non mancava di sottolineare che l'iniziatrice dei rapporti sessuali era sempre e proprio lei e che nessuno dei giovani soldati l'ha mai obbligata. "Non ho nulla di cui lamentarmi, ho fatto tutto questo semplicemente perche' l'ho voluto. Solo ad alcuni ho confessato di avere piu' di 16 anni. I miei genitori non sapevano niente, cosiccome i comandanti di questi soldati. Io l'ho voluto e per questo sono andata a letto con tutti loro. Nessuno mi ha pagato, nessuno mi ha costretto a fare cio' che ho fatto", ha raccontato la ragazzina all'ispettore per le questioni dei minorenni.

Tutta la faccenda e' venuta a galla grazie all'intervento di un agente della polizia militare di servizio nella base incriminata. Essendo venuto a sapere di cio' che accadeva, ricevette l'incarico di procurarsi le prove, parlo' della faccenda con alcuni soldati i quali gli raccontarono di avere rapporti intimi con una ragazzina, facendone il nome e fornendone l'indirizzo.

Solamente dopo aver ottenuto prove indiscutibili, la polizia miltare ha dato il via all'inchiesta nella base. Secondo gli inquirenti, se qualcuno non ne avesse parlato un po' troppo, la ragazzina avrebbe continuato a passare da un letto all'altro.

Tratto da: Polit.ru

| Ancora
2519