Pravda.ru

Societa'

Turisti inglesi cadono dall’elefante: gambe rotte

08.04.2007
 

Due turisti inglesi, marito e moglie, sono caduti da un elefante in un "santuario" a circa 70 chilometri da Johannesburg e sono finiti in ospedale. Tutti e due hanno riportato la frattura della gamba sinistra e il marito la sospetta frattura del bacino.

L’incidente è avvenuto nel corso di una visita al “Santuario degli elefanti” di Hartbeespoort. I due, Lorna e Michael Denyard, cinquantenni, avevano completato il programma di familiarizzazione con gli elefanti ed erano saliti su uno di essi per la passeggiata conclusiva. Sembra che quando il pachiderma ha cominciato ad alzarsi la signora Denyard abbia perso l’equilibrio e si sia aggrappata al marito, trascinandolo nella caduta.

La dissaventura dei turisti si inserisce nel quadro più vasto delle polemiche che circondano tutta la questione degli elefanti tenuti in cattività e utilizzati per intrattenere i turisti. Da una parte i proprietari dei parchi sostengono che si tratta di iniziative per promuovere la sensibilità popolare verso i problemi degli elefanti, minacciati dai cacciatori di frodo, dagli abbattimenti selettivi e dalla sterilizzazione; dall’altra gli ambientalisti che non vedono di buon occhio una pratica che ha molti aspetti strettamente commerciali. La protezione animali è totalmente contro ogni forma di detenzione degli elefanti in spazi ristretti e recintati. Sono in corso contatti con le autorità governative per disciplinare la materia con apposite disposizioni legislative.

Il problema si è acuito da quando un italiano, Riccardo Ghiazza, è stato dichiarato colpevole e multato nel 2003 per maltrattamenti a una trentina di elefanti che avrebbe dovuto addestrare per poterli usare in riprese cinematografiche.

| Ancora
1845