Pravda.ru

Societa'

Due matrimoni gay celebrati a George in Sud Africa nel primo giorno d’entrata in vigore della nuova legge

04.12.2006
 

Il primo matrimonio gay legalmente valido della storia del Sud Africa è stato celebrato questa mattina a George, capoluogo della Garden Route. Gli sposi sono Vernon Gibbs e Tony Galls, titolari di una guest-house e conviventi da nove anni. Il rito è stato celebrato dal funzionario statale Petro Kruger ed è stato coronato dallo scambio degli anelli.

Il Sud Africa è diventato ieri il primo paese in Africa e il quinto nel mondo ad avere una sola legislazione per i matrimoni omosessuali e quelli eterosessuali. Nella stessa cittadina di George è stato celebrato oggi pomeriggio anche il secondo matrimonio, del quale tuttavia non si conoscono i dettagli. Intanto Janine Pressman, delle chiese comunitarie metropolitane della Gloriosa Luce, è diventata sempre oggi la prima “pastora” ad essere autorizzata dallo Stato, in base alla nuova legge, a officiare matrimoni fra persone dello stesso sesso (o di sesso diverso).

Gli sposi di George non hanno tenuto segreta la cerimonia. Al contrario, la loro segreteria telefonica dà il lieto annuncio a chiunque chiami il loro numero. Nella sala in cui si è svolta la cerimonia si erano riuniti i loro amici, fra cui alcuni studenti che Gibbs allena, e numerosi curiosi. Dopo il rito Gibbs ha dichirati che fra i vantaggi dell’essere sposati ci sono una maggiore protezione legale, una migliore protezione sanitarie e benefici pensionistici. Ma per lui il matrimonio – ha detto – è molto di più: “Il matrimonio significa impegnarsi per la vita. Significa assistenza, obbedienza, amore, onore. Significa restare insieme nella buona salute e nella malattia. Tutte quelle significative parole che non pensavo sarebbero mai state applicabili a me”.

| Ancora
1805