Pravda.ru

Scienza » Tecnologie e scoperte

Hacking. I veri hacker sono tra noi

14.05.2006
 
Hacking. I veri hacker sono tra noi

Si è svolta questa mattina, a Milano, una conferenza sui crimini informatici, promossa dalla società Websense Italia.

Nel corso della discussione sono stati resi pubblici i risultati di un interessante sondaggio sondaggio realizzato con 112 interviste a esperti di crimini informatici di 20 paesi. Il 45% di loro ha affermato che la principale minaccia per i dati di un’organizzazione proviene dall’interno.

Solo il 10% degli intervistati ritiene, però, che tale tipologia di rischio sia collegabile a violazioni della sicurezza volutamente perpetrate dai dipendenti. La maggioranza (74%) pensa piuttosto che la responsabilità di una protezione insufficiente sia dei consigli d’amministrazione, mentre il 21% ritiene che sia dei dipartimenti IT. Solo l’11% degli esperti di e-crime si è detto convinto che, invece, le minacce maggiori arrivino dall’esterno, sotto forma di hacker e cybercrime organizzato.

Il restante 44% del campione attribuisce ugual peso alle minacce interne e a quelle esterne. Il 74% degli esperti intervistati, inoltre, ritiene che le leggi attuali siano inadeguate per proteggere dall’e-crime e il 64% vorrebbe che fossero potenziate.

| Ancora
1450