Pravda.ru

Scienza

Il leopardo dell'Amur rischia l'estinzione

24.04.2007
 
Il leopardo dell'Amur rischia l'estinzione

"Il leopardo dell'Amur e' a rischio estinzione", ha dichiarato il direttore del Fondo mondiale per la difesa degi animali (WWF), nel corso di un briefing tenutosi di recente a Mosca, commentando cosi' i risultati di una ricerca a proposito degli esemplari di questa rara specie tuttora viventi nell'Estermo oriente russo.

L'attuale quantitativo di leopardi dell'Amur, specie meglio conosciuta come "Panthera pardus orientalis", tuttora viventi nelle zone dell'Estermo oriente russo e' stato quantificato dagli specialisti in 25-34 esemplari, cifra notevolmente inferiore ai 100 ritenuta sufficente per la sopravvivenza della specie, anche se, secondo quanto dichiarato dai biologi, nonostante tale ridotto quantitativo di esemplari tuttora in vita, i leopardi dell'Amur abbiano la possibilita' di riprodursi in modo tale da evitare l'estinzione.

Le cause che hanno portato a questa pericolosa situazione nei confronti di questa rara specie di leopardi sono secondo gli specialisti del WWF piu' che evidenti: il sempre piu' crescente disboscamento delle aree abitabili dai felini in questione, unito alla crisi del settore agrario nella regione, oltre ad una serie di intromissioni da parte dell'uomo nei confronti della natura circostante. Il leopardo dell'Amur, oltre che nell'Estremo oriente russo, vive anche in Corea e nella zona nord-orientale della Cina, sebbene anche in queste regioni la sua sopravvivenza sia attualmente a forte rischio.

"Il loro quantitativo complessivo e' attualmente assai poco confortante e se nell'immediata prospettiva non verranno prese adeguate contromisure, questa specie di leopardo e' destinata all'estinzione", ha dichiarato a proposito Igor Cestin, presidente della sezione russa del WWF.

E in quest'ottica sono gia' stati presi i primi provvedimenti a favore dei leopardi dell'Amur. Infatti, nel corso del 2007 il governo russo ha deciso di alterare il corso del futuro condotto petrolifero che si snodera' lungo l'Estermo oriente russo, al fine di evitarne il passaggio proprio nell'area dove attualmente abitate da queste rare specie di leopardi, sebbene gli specialisti della WWF hanno fatto notare a proposito che si tratti di provvedimenti ancora insufficenti.

| Ancora
2528