Pravda.ru

Scienza

Gli extraterrestri ci possono attaccare da un momento all'altro

15.11.2006
 
Gli extraterrestri ci possono attaccare da un momento all'altro

Gli extraterrestri possono attaccare la Terra in qualsiasi momento. L'allarme e' stato lanciato ai quattro venti non da un qualsiasi ufologo dilettante, bensi' dall'ex direttore della sezione A2 del dipartimento della sicurezza aerea del ministero della Difesa britannico Nick Powl.

Secondo Powl esiste una moltitudini di evidenti testimonianze a proposito dell'imminente invasione del nostro pianeta da parte degli extraterrestri che pero' vengono appositamente ignorate. "Il fatto che tali dati vengano appositamente ignorati potra' avere conseguenze catastrofiche per l'umanita'", sostiene Nick Powl, il quale si lamenta altresi' del fatto che l'attivita' del dipartimento da lui in passato guidato e' attualmente ridotta al minimo, ragione per la quale la Gran Bretagna si trova al momento completamente indifesa nei confronti degli extraterrestri.

"Sono assolutamente sicuro del fatto che se voi stessi invierete agli alti funzionari del ministero una lettera nella quale raccontate di essere entrati in contatto personale con gli alieni, riceverete in risposta la formale risposta standard che vi prega di non preoccuparvi a proposito", ha dichiarato Nick Powl.

E va detto che tali affermazioni, rilasciate non da un pazzo fanatico di "science fiction", bensi' da un professionista cosi' esperto ed altamente qualificato, hanno indotto molti a rifletterci sopra. Quando Powl assunse l'incarico di direttore del dipartimento era assai scettico a proposito degli UFO e degli extraterresti, ma una volta studiati i materiali raccolti a proposito dai vari collaboratori del ministero, cambio' radicalmente il proprio punto di vista.

Powl sostiene che, nonostante il fatto attualmente non esistano testimonianze o prove concrete a proposito delle cattive intenzioni da parte degli "omini verdi", questa sia un'ipotesi che non vada assolutamente esclusa, per cui ritiene che sia indispensabile essere pronti ad ogni eventualita'.

Nel frattempo, da parte sua, il ministero della Difesa britannico aveva in precedenza categoricamente smentito qualsiasi possibilita' di esistenza di UFO. A questo proposito, nel mese di maggio dell'anno in corso, era stato reso di pubblico dominio un rapporto segretissimo di 400 pagine preparato ancor nel 2000. I dati di cui era composto il rapporto erano stati raccolti nell'arco di quattro anni e l'autore, il quale aveva elaborato e studiato tutte le informazioni ottenute in prima persona, era rimasto anonimo.

Nel rapporto, alla domanda se sia possibile l'esistenza degli extraterrestri, viene dato come risposta un categorico ed univoco "no". A tutti i fenomeni anomali registrati grazie ai racconti di testimoni oculari e diretti, gli autori del rapporto hanno dato una spiegazione di carattere completamente terrestre, ma evidentemente tale rapporto "antimarziano" non si e' rivelato in grado di convincere persino il diretto principale dei suoi autori.

| Ancora
3312