Pravda.ru

Scienza

In Crimea gli UFO volano a decine tutti i giorni

15.03.2007
 

In Crimea esiste un posto nel quale gli oggetti volanti non identificati vengono avvistati con una regolarita' impressionante, a decine tutti i giorni. Lo ha dichiarato Valerij Uvarov, direttore della sezione di ricerche ufologiche presso l'Accademia di sicurezza nazionale della Federazione Russa.

L'ufologo sostiene che gli oggetti volanti non identificati diventano spesso la causa di sciagure aeree. "Basti pensare al recente caso dell'aereo militare ucraino schiantatosi al suolo a Leopoli durante uno show aereo. Gli ufologi locali sostengono che l'incidente sia strettamente legato alla comparsa di UFO nei pressi dell'aereo e di solito in questi casi smettono di funzionare tutte le apparecchiature. E sulla pellicola relativa all'incidente sono stati immortalati due puntini neri vicini all'aereo poi caduto", ha dichiarato l'ufologo.

Uvarov ha inoltre affermato che nel corso degli ultimi anni, i comandi militari russi si sono decisamente piu' interessati al fenomeno degli UFO rispetto agli anni addietro, anche se mancano i fondi per lo studio di tale problema. Infatti, come ha affermato l'ufologo, alcuni anni fa il ministero della Difesa russo aveva pubblicato documenti segreti nei quali gli UFO erano stati definiti "obiettivi di provenienza extraterrestre".

"I militari hanno di conseguenza riconosciuto che gli UFO rappresentano il mezzo di spostamento degli extraterrestri. Al momento e' ancora possibile utilizzare la definizione "oggetti volanti non identificati", anche se a dire il vero e' da tempo che sono stati tutti quanti identificati", ha dichiarato Uvarov.

Ciononostante, secondo l'ufologo russo, l'interesse della popolazione russa nei confronti degli UFO negli ultimi tempi e' decisamente diminuito. "Prima si trattava di qualcosa di straordinario, mentre adesso la gente ci fa sempre di piu' l'abitudine e non guarda piu' cosi' spesso il cielo, tantopiu' che gli avvistamenti degli UFO, soprattutto in Crimea, sono ormai diventati una pratica quotidiana".

| Ancora
2151