Pravda.ru

Scienza

L'ulcera ha 60 mila anni ed e' nata in Africa

13.02.2007
 

L'ulcera viene dall'Africa ed ha oltre 60 mila anni, inoltre il batterio che la provoca, Helicobacter pylori, ha seguito l'uomo dalla sua culla africana in tutti i suoi spostamenti per colonizzare il mondo.

E' quanto dimostrato da uno studio basato sull'analisi genetica e su simulazioni al computer condotto da Mark Achtman del Max-Plank-Institut für Infektionsbiologie di Berlino, in Germania insieme con il prestigioso ateneo britannico di Cambridge e pubblicato sulla rivista Nature. Helicobacter pylori, la cui scoperta come responsabile dell'ulcera ha valso il premio Nobel per la Medicina 2005 a due medici australiani, è la principale causa di ulcere nel mondo.

Gli esperti britannici e tedeschi hanno deciso di ricostruirne le origini e sono andati a finire niente meno che in Africa orientale, ovvero nelle regioni che sono oggi considerate la culla dell'umanità. Inoltre attraverso l'analisi genetica del Dna dei diversi ceppi del batterio dell'ulcera, gli scienziati hanno ricostruito l'età del microrganismo, mostrando che è esattamente corrispondente al periodo in cui l'uomo moderno cominciava a spingersi fuori dall'Africa, ovvero il batterio ha qualcosa come 60 mila anni. Sempre confrontando il Dna dei diversi ceppi di Helicobacter pylori sparsi per il mondo gli esperti hanno poi visto che il microrganismo ha seguito passo dopo passo l'uomo in tutte le sue migrazioni.

Infatti, spiega Achtman, le differenze genetiche delle diverse popolazioni umane che si andavano formando via via che i nostri antenati si spostavano in Asia ed Europa, riflettono esattamente le differenze genetiche dei diversi ceppi del batterio comparsi. Gli esseri umani e il batterio dell'ulcera sono rimasti intimamente legati per circa 60 mila anni, concludono gli esperti, cosa che non solo rende verosimile la possibilità che i nostri lontani antenati soffrissero già le pene dell'ulcera, ma offre anche un nuovo modo di studiare i primi flussi migratori umani ricostruendo i viaggi del batterio.

| Ancora
2122