Pravda.ru

Scienza

2007: l'anno del blackout globale su Internet?

11.02.2007
 
2007: l'anno del blackout globale su Internet?

Secondo quanto reso noto dagli esperti della Deloitte, nel 2007 gli utenti di Internet potranno trovarsi di fronte al fenomeno di blackout totale.

L'effettuazione di analisi relative alle piu' recenti tendenze si sviluppo di Internet, ha infatti dimostrato che nel corso del nuovo anno sono destinati ad aumentare considerevolmente i carichi sui principali canali di comunicazione, il che potra' causare un processo d'intermittenza della trasmissione fra i continenti.

Secondo gli esperti della Deloitte, cio' e' legato non solo all'aumento del numero di utenti sulla rete, ma e soprattutto al costante aumento della popolarita' dei siti video, dal momento che la loro funzionalita' e' legata principalmente alla trasmissione di un notevole volume di informazioni.

Nel corso del 2006 la percentuale di portali video su Internet costituiva circa il 30% delle risorse complessive sulla rete, percentuale che secondo le valutazioni degli esperti e' destinata a crescere, tanto piu' ad una velocita' impressionante.

Di conseguenza, e' assai possibile che risulteranno insufficenti le capacita' di trasmissione dei canali comunicativi, fattore che a sua volta sara' in grado di causare una diminuzione della velocita' di connessione con Internet e, in alcuni casi, la totale impossibilita' della connessione stessa.

A questo proposito va detto che nel novembre dello scorso anno la compagnia Netcraft aveva pubblicato i risultati di una ricerca riguardante Internet, in base alla quale si era appreso che il quantitativo di siti Internet, cioe' i singoli domini contenenti informazioni, aveva oltrepassato la soglia dei 100 milioni ed era stato valutato complessivamente in 101 435 253 siti, piu' della meta' rispetto ai siti conteggiati nel maggio del 2004, cosa dovuta, secondo gli esperti della Netcraft, principalmente all'aumento dei blogger e dei rappresenanti della piccola imprenditoria.

Sono milioni in tutto il mondo le compagnie ed aziende che ritengono fondamentale per la loro immagine avere una vetrina virtuale e a questo proposito gli esperti della Netcraft sottolineneano il fatto che il costante aumento del quantitativo di siti favorisca altresi' l'accesso comune alle risorse della rete nonche' la facilita' di comunicazione fra di loro.

La Netcraft ha altresi' fatto sapere che i nuovi siti fanno la loro attiva comparsa soprattutto negli Stati Uniti, in Germania, in Cina, nonche' in Giapone e nella Corea del sud, mentre per cio' che concerne la Russia, il dominio RU rientra nei trenta in fase di sviluppo piu' attiva. Ed e' proprio tale rapido sviluppo di Intenet che puo' portare ad un fenomeno di blackout globale, in grado di causare danni economici non indifferenti nei confronti delle aziende e compagnie rappresentatevi virtualmente.

Da parte loro, gli specialisti del settore russi non sono d'accordo con le previsioni fornite dalla compagnia Deloitte, asserendo che pur non negando l'esistenza di problemi di sovraffollamento dei principali canali di trasmissione, il blackout globale potra' essere evitato se i possessori dei piu' grandi provider e siti provvederanno ad installare nuovi canali di trasmissione o a sdoppiarne le informazioni contenute.

| Ancora
3573