Pravda.ru

Scienza

16 nuovi pianeti esterni appartenenti al Sistema Solare

09.10.2006
 
16 nuovi pianeti esterni appartenenti al Sistema Solare

L'articolo in questione, pubblicato sulla rivista "Nature", descrive inoltre anche un sottogruppo decisamente particolare di pianeti extrasolari: 5 dei 16 pianeti appena scoperti, ruotano attorno alla loro stella ad una velocita' straordinaria, inferiore addirittura alle12 ore. Si tratta di una nuova classe di pianeti giganti, chiamata di "ultra breve periodo", hanno affermato gli autori del lavoro per conto della "Space Telescope Science Institute" negli Stati Uniti.

La scoperta e' stata resa possibile grazie all'impiego del telescopio spaziale Hubble, che per un'intera settimana ha analizzato circa 180.000 stelle. Sino ad oggi, ammontano a circa 200 i pianeti extrasolari scoperti intorno a stelle non lontane dalla Terra, individuati con la tecnica dell'effetto Doppler, analizzando cioe' la variazione della velocita' radiale della stella causata dal moto di un eventuale pianeta sia attraverso i transiti dei pianeti che causano un oscuramento della superficie della stella. Lo scienziato italiano Alvio Renzini, dell'osservatorio di Padova dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), collaboratore dello studio effettuato, ha confermato che la ricerca si e' basata proprio su quest'ultimo metodo.

Renzini ha inoltre sottolineato la duplice importanza della scoperta per il fatto che da un lato essa ha confermato l'efficacia del metodo dei transiti, mentre dall'altro si tratta della prima volta che vengono individuati oggetti dal periodo orbitale cosi' breve. Il periodo orbitale medio dei 16 nuovi pianeti varia infatti da 0,4 a 4,2 giorni, mentre 5 di essi ruotano intorno alla loro stella in meno di mezza giornata, una velocita' di rotazione che, come hanno sottolineato gli autori della ricerca, potrebbe causarne addirittura l'autodistruzione per eccesso di evaporazione. I corpi gioviani, cosi' definiti per la dimensione e la consistenza a quella di Giove, potrebbero tuttavia non rivelarsi dei pianeti, dal momento che gli oscuramenti temporanei delle stelle potrebbero essere causati anche da altre situazioni come ad esempio i transiti in un sistema di stelle binario.

Tuttavia, se si confrontano le informazioni della ricerca in questione con precedenti studi condotti sull'ammasso globulare Tucano 47, che ha esaminato i transiti in 11 sistemi binari, emerge che, come dichiarato da Renzini, "il 45% dei 16 candidati dovrebbero essere pianeti genuini e due sarebbero gli ultraveloci".

| Ancora
2740