Pravda.ru

Scienza

Pescato nel Mare di Azov un pesce dal volto umano

09.02.2007
 
Pescato nel Mare di Azov un pesce dal volto umano

Due settimane fa, in seguito ad una forte tempesta, alcuni pescatori di un villaggio della provincia di Rostov hanno tirato fuori dalle acque del Mare di Azov un misterioso pesce di due metri dalle forme simili a quelle di uno squalo ma dalle sembianze umane che emetteva strani suoni.

Inizialmente i pescatori hanno creduto di aver pescato un alieno per cui hanno deciso di fotografare il mostro grazie ad un telefono cellulare, immagini che poi hanno ben presto fatto il giro del paese in cui vivono i pescatori autori dell'insolito episodio. Dalle immagini scattate si vedono nettamente la testa, molto simile a quella di un essere umano, il corpo, che splende come se fosse stato spalmato per mezzo di una sostanza grassa o di cera, e la lunga coda. La lunghezza del misterioso essere pescato si aggirava intorno ai due metri per un peso superiore ai 100 chilogrammi.

Tuttavia gli ufologi e gli scienziati della zona hanno dovuto constatare, con loro grande rammarico, che i pescatori autori dell'insolita pesca non si sono per niente spaventati, tant'e' che hanno comunemente deciso di friggere l'insolito pesce, asserendo poi che una carne cosi' buona non l'avevano mai provata in vita loro.

Da parte sua, il presidente dell'associazione per i fenomeni anomali di Rostov, Andrej Gorodovoj, dopo aver osservato le immagini scattate al cellulare dai pescatori, e' giunto alla conclusione che si trattasse di un essere anomalo, anche se ben difficilmente avrebbe potuto essere definito come una qualche forma di vita extraterrestre. Gorodovoj ha altresi' escluso la possibilita' che si trattasse di una sirena, sebbene a questo proposito va detto che, come confermato dallo stesso Gorodovoj, da tempo circolano leggende sulla presenza di sirene nelle acque del Mare di Azov, sebbene gli stessi ufologi dell'associazione non neghino a priori la possibilita' di altre forme di vita nelle acque del mare in questione.

Invece il vicedirettore dello zoo di Rostov, Alexander Lipkovic, ha deciso di contattare alcuni ittiologi della zona, i quali sono giunti alla conclusione che si sarebbe trattato di un essere molto simile ad uno storione. "Sinceramente non ho mai visto una cosa come questa in vita mia", e' stato il commento di Lipkovic.

| Ancora
2548