Pravda.ru

Russia

I russi non hanno piu' nostalgia dell'Unione Sovietica

31.01.2007
 
I russi non hanno piu' nostalgia dell'Unione Sovietica

Secondo i dati di un sondaggio effettuato alla fine del 2006 dal centro studi sociali VIZOM in 153 centri abitati di 46 regioni della Federazione Russa, il 52% dei cittadini russi interpellati ha dichiarato di essere felice di vivere nella Russia moderna e di non avere alcuna nostalgia dell'epoca sovietica.

Si tratta di una percentuale decisamente in crescita dal momento che secondo i dati di un analogo sondaggio effettuato alla fine del 2005, tale opinione era condivisa dal 39% dei cittadini russi interpellati dai sociologi del VIZOM.

Al secondo posto nella classifica delle preferenze di tipo di vita dei cittadini russi troviamo l'epoca brezheviana, che pero', rispetto agli esiti del sondaggio del 2005, ha fatto registrare un notevole calo di preferenze passando dal 31 al 26%. In calo anche i nostalgici dell'epoca staliniana, 4% contro il 6% del 2005, mentre solamente l'1% degli interpellati ha dichiarato che preferirebbe tornare alla cosiddetta "epoca dei cambiamenti", gli anni cioe' nel corso dei quali la Russia era sotto la guida del primo presidente Boris Elstin.

Secondo gli esiti del sondaggio condotto dal centro studi sociali VIZOM, la preferenza alla Russia contemporanea e' stata data da rappresentanti delle piu' svariate fasce d'eta', ad eccezione degli "over 60".

Ma anche tra i cittadini russi piu' anziani la percentuale di coloro che desidererebbero tornare all'Unione Sovietica nell' epoca di Brezhnev supera di non molto quella che riguarda coloro i quali sono piu' che soddisfatti delle attuali condizioni di vita (42% contro 31%), mentre tra gli interpellati di eta' inferiore ai 45 anni, l'attuale periodo risulta essere quello piu' attraente per livello e qualita' di vita (57% per la fascia d'eta' dai 35 ai 44 anni e ben il 76% per gli interpellati dai 18 ai 24 anni).

| Ancora
2141