Pravda.ru

Russia

Mosca terrorizzata da un maniaco strangolatore

30.08.2006
 
Mosca terrorizzata da un maniaco strangolatore

A poche settimane dall'arresto del maniaco del parco Bitevzkij, autore di piu' di 60 omicidi, gli abitanti, o meglio le abitanti della capitale russa sono nuovamente terrorizzate da un misterioso maniaco strangolatore sulla coscienza del quale ci sono gia' 16 ragazze moscovite.

Come ha raccontato di recente ad un quotidiano moscovita Alla Bielokamennaya, giovane ragazza residente nella capitale russa, alcuni giorni fa e' stata aggredita nei pressi della stazione della metropolitana "Vodnyj Stadion" da uno sconosciuto, che dopo averla trascinata di forza in una zona ricca di cespugli, le ha dapprima tappato la bocca con un fazzoletto per poi iniziare a strangolarla. La giovane Alla e' stata salvata da un passante che ha casualmente spaventato il maniaco e la ragazza, dopo essersi ripresa dallo shock, si e' immediatamente rivolta alla polizia per la denuncia dell'accaduto e per aiutare le forze dell'ordine della capitale nel formare l'identikit del maniaco.

Secondo Alla si tratta di un giovane dall'eta' tra i 20 ed i 25 anni, dall'altezza approssimativa di un metro e 75, vestito con jeans azzurri e scarpe da ginnastica. E incredibile e' stata la sorpresa da parte di Alla quando al pronto soccorso ha fatto la sua apparenza un'altra giovane donna che ha iniziato a raccontare una storia analoga in tutto e per tutto alla sua. E dopo che la ragazza ha fornito la descrizione dell'aggressore, e' diventato lampante il fatto che si tratta della stessa persona.

Da parte loro le forze dell'ordine, dopo aver analizzato le informazioni ottenute, sono giunte alla conclusione che gira libero per Mosca un misterioso maniaco che da alcuni anni terrorizza gli abitanti dei quartieri nella zona settentrionale della capitale. E' emerso quindi che a partire dal settembre 2003 sono state ben 14 le giovani ragazze moscovite strangolate e successivamente violentate dal maniaco. Nell'autunno del 2004 e' stato inoltre rinvenuto il cadavere di un'altra ragazza strangolata con un fazzoletto di seta, mentre nel giugno dell'anno scorso l'ennesima vittima e' stata rinvenuta sempre in un quartiere settentrionale di Mosca, strangolata dalla cinghia della borsetta che portava con se'.

Dopodiche' del maniaco piu' nessuna notizia, tant'e' che gli investigatori supponevano che avesse lasciato la capitale. Tuttavia lo strangolatore aveva evidentemente deciso di prendersi una pausa, in attesa del momento propizio. E adesso Mosca vive nuovamente nel terrore!

| Ancora
2765