Pravda.ru

Russia

Russia "number one"

28.01.2007
 
Russia "number one"

Secondo il vice primo ministro Dmitrij Medvedev, la Russia, dopo essersi trasformata da paese-debitore a paese-creditore, ha tutte le carte in regola non solo per entrare a far parte dei primi dieci paesi-esportatori mondiali ma soprattutto per diventare il primo paese al mondo per estrazione petrolifera superando addirittura l'Arabia Saudita.

Nel corso del suo intervento tenutosi a Davos in occasione del forum economico mondiale, Medvedev ha sottolineato in particolare "il fatto che la Russia da paese-debitore si sia trasformata in paese-creditore. Non necessitiamo piu' di crediti ufficiali e non abbiamo intenzione di ristrutturare ulteriormente alcuna pendenza", ha dichiarato inoltre il vice primo ministro russo, il quale ha aggiunto a questo proposito che la Russia attualmente non solo ammortizza i debiti dei paesi piu' poveri, bensi' investe nell'economia di questi paesi.

Parlando poi dell'imminente futuro, Medvedev ha affermato che per cio' che riguarda il 2007, la Russia e' seriamente intenzionata ad entrare a far parte dei primi dieci paesi-esportatori al mondo. "Nel 2005 per volume di esportazioni eravamo tredicesimi al mondo e quest'anno entreremo di sicuro a far parte dei primi dieci", ha affermato il vice-premier, aggiungendo che "la Russia attuale rappresenta uno dei paesi piu' aperti da un punto di vista sia commerciale che per cio' che riguarda la mobilita' di capitali. In Russia sono state abbattute le barriere per l'effettuazione di operazioni in valuta estera", ha tenuto a precisare Medvedev.

Il vice primo ministro russo ha pero' ammesso che i dazi doganali d'importazione in Russia "al momento sono ancora superiori rispetto a quelli di altri paesi, cosa che pero' da un altro lato non ha impedito una rapida crescita dell'import verso il nostro Paese accompagnato per altro da un considerevole aumento della richiesta di investmenti". E, a conferma di questa dichiarazione, Medvedev ha fornito dati ufficiali, secondo i quali nel corso 2006 l'afflusso di capitali privati in Russia e' ammontato a piu' di 40 miliardi di dollari.

In base ai risultati del 2006, la Russia e' risultata essere il decimo paese al mondo, con un prodotto interno lordo che ha superato un trilione di dollari, salendo di ben 10 posizioni nel ranking economico mondiale a partire dal 2001. Secondo Medvedev, nei prossimi due anni, per volume di prodotto interno lordo calcolato sulla base di parita' di potere d'acquisto, la Russia ha tutte le carte in regola per salire al sesto posto, lasciandosi alle spalle paesi come l'Italia, la Francia e la Gran Bretagna.

Inoltre, e questo rappresenta sicuramente l'aspetto piu' importante dell'economia russa, nel corso del 2007 secondo Medvedev la Russia potra' diventare il primo paese al mondo per volume di estrazione petrolifera."In base ai risultati dell'anno in corso, la Russia ha tutte le possibilita' di trasformarsi in paese "number one" per volume di estrazione petrolifera e superare in questo modo l'Arabia Saudita", ha concluso il vice primo ministro russo.

| Ancora
3387