Pravda.ru

Russia

Accademia militare in fiamme a San Pietroburgo: muoiono sette cadetti

26.06.2006
 

Tragedia a San Pietroburgo: sabato mattina, per ragioni ancora da stabilire, verso le ore 07.00 ha preso fuoco la palazzina di cinque piani che ospita l'accademia marittima statale intitolata all'ammiraglio Makarov, causando la morte di sette cadetti ed il grave ferimento di altri quindici, attualmente ricoverati nell'ospedale dell'accademia militare cittadina con gravi contusioni ed ustioni, quattro dei quali in fin di vita.

"Riteniamo che il fattore umano sia la causa dell'incendio, poiche' dalle prime indagini appare evidente la mancanza di attenzione da parte di qualcuno", ha dichiarato ai giornalisti il procuratore di San Pietroburgo, Serghej Zaitzev, aggiungendo che a proposito la procura cittadina ha gia' aperto un'inchiesta.

Inoltre, il procuratore ha dichiarato che sono fondate le informazioni comunicate in precedenza dal Ministero delle situazioni d'emergenza, secondo le quali i cadetti, una volta accortisi dell'incendio, avrebbero cercato di spegnerlo loro stessi invece di chiamare le squadre di pompieri. "Attualmente si cerca di far luce sulle identita' dei cadetti e sul dove si trovino attualmente. Al momento e stato possibile interrogarne solo una parte dal momento che molti di loro hanno accompagnato i loro compagni all'ospedale", ha dichiarato il procuratore di San Pietroburgo.

Va detto inoltre che l'incendio ha quasi completamente distrutto l'intero terzo piano della palazzina dove alloggiavano i giovani militari di circa 100 metri quadrati e che al suo divamparsi ne ha ostruito tutte le vie d'uscita, costringendo in questo modo alcuni cadetti a gettarsi dalle finestre nel tentativo di scampare alle fiamme. Quasi tutti i cadetti morti, feriti od ustionati facevano parte del terzo corso e, su testimonianza dei medici, nessuno di loro sabato mattina si trovava in stato d'ebbrezza. In tutto sono state evacuate 57 persone.

| Ancora
1976