Pravda.ru

Russia

Putin accusa l'Estonia

23.01.2007
 
Putin accusa l'Estonia

Nel corso di una conferenza stampa tenutasi domenica pomeriggio nella localita' balneare di Soci, il presidente russo ha accusato pubblicamente l'Estonia di voler intenzionalmente deteriorare i rapporti con la Russia.

Risponendo ad una domanda postagli a proposito della recente legge approvata dal parlamento estone che prevede lo smantellamento dei monumenti tuttora presenti nella repubblica baltica in memoria dei soldati sovietici caduti nella lotta contro il nazismo durante gli anni della Seconda guerra mondiale, il presidente russo ha dichiarato: "Per cio' che riguarda l'Estonia i nostri deputati, per di piu' delle diverse frazioni, si sono gia' espressi a proposito. Da parte mia non posso fare altro che essere completamente d'accordo con loro. Ritengo che si tratti di un tentativo intrapreso da parte delle autorita' estoni al fine di far parlare di se', nonche' del desiderio di voler intenzionalmente inasprire i loro rapporti con la Russia. Si tratta di un passo assai pericoloso e ben poco lungimirante", ha sottolineato Putin.

Ricordiamo che il 10 gennaio dell'anno in corso in Estonia e' stato approvato il disegno di legge che consente lo smantellamento dei monumenti eretti in memoria dei soldati sovietici caduti nella lotta contro il nazismo durante gli anni della Seconda guerra mondiale sul terriotrio della repubblica baltica. Tale iniziativa legislativa ha suscitato una vera e propria ondata di polemiche da parte degli uomini politici russi.

Tra i commenti piu' aspri, ricordiamo quello univoco da parte sia del ministro della Difesa Serghej Ivanov che quello degli Interni Serghej Lavrov, i quali hanno definito "un sacrilegio" l'approvazione del disegno di legge in questione da parte delle autorita' estoni. Il parlamento russo ha inoltre pubblicato una nota ufficiale nella quale si chiede di interrompere qualsiasi rapporto diplomatico con le forze politiche estoni firmatarie della nuova legge oltre che a far ricorso a sanzioni di carattere economico nei confronti dell'Estonia nel caso di ulteriore avverso sviluppo della situazione.

| Ancora
2342