Pravda.ru

Russia

Trasformato in un centro divertimenti il bunker segreto di Stalin

22.04.2007
 
Trasformato in un centro divertimenti il bunker segreto di Stalin

Un gruppo di imprenditori moscoviti si e' attivamente interessato all'eredita' sotterranea dell'epoca sovietica, e gia' a partire dal prossimo maggio i moscoviti ed i turisti della capitale russa potranno divertirsi nell'ex bunker segreto di Stalin, denominato "GO-42" e situato a 60 metri di profondita' nel pieno centro di Mosca, trasformato in un centro divertimenti munito di sala cinematografica, bar, ristorante, discoteca, oltre che ad un museo dedicato all'epoca della "guerra fredda".

A cinque minuti dalla stazione metropoitana "Taganskaja", in via Kotelniceskij 5, vi si trova una vecchia palazzina di due piani dai portoni arrugginiti. Ma fino ad una ventina di anni fa, all'interno di questa palazzina la vita ribolliva in maniera tale che nemmeno gli abitanti degli edifici circondanti se lo potevano immaginare.

Ad una profondita' di 60 metri infatti erano centinaia gli "impiegati sotterranei" i quali, utilizzando telefoni segreti, si scambiavano informazioni e corrispondenza altrettanto segreta. Piu' esattamente, l'obiettivo segreto denominato "GO-42" rappresentava la centrale telegrafica sottorrenea dell'allora ministero delle Comunicazioni sovietico. La sua costruzione prese il via su ordine personale di Stalin nel 1951 anche se i lavori vennero ultimati nel 1956, a tre anni di distanza dalla scomparsa del "padre di tutti i popoli".

All'interno dell'obiettivo segreto operavano piu' di 2000 persone e nel corso degli anni '60 venne preparato tutto l'indispensabile in caso di guerra nucleare: vi si conservavano infatti enormi riserve di prodotti alimentari, aria ed acqua. Verso la fine degli anni '80 il bunker venne abbandonato, dopodiche' i ricercatori moscoviti provvisero a svuotarlo completamente.

Siccome lo stato russo non ha dimostrato alcun interesse nei confronti di un simile obiettivo sotterraneo, soprattutto in condizioni del genere, e' stato deciso di istituire un'asta nel corso della quale i 7000 metri quadrati che rappresentavano il bunker segreto di Stalin sono stati acquistati da parte della compagnia "Novik-Service", al prezzo di 65 milioni di rubli, pari a circa 1.850.000 euro.

"Adesso qui verra' aperto un centro divertimenti unico nel suo genere", ha dichiarato la direttrice della "Novik-Service" Olga Arharova. "In uno dei quattro enormi locali verra' aperto il "Museo della guerra fredda", composto da pezzi d'esposizione che provvederemo a prelevare da basi militari e da diversi altri musei, mentre negli altri tre locali dell'ex bunker saranno allestiti una sala cinematografica, un bar, un ristorante ed una discoteca, il tutto rigorosamente arredato in pieno stile "guerra fredda". L'apertura e' prevista per il prossimo maggio", ha inoltre dichiarato Olga Arahova.

| Ancora
3188