Pravda.ru

Russia

Tra 50 anni in Russia nessuno si ricordera' piu' di Lenin

22.04.2007
 
Tra 50 anni in Russia nessuno si ricordera' piu' di Lenin

Dai risultati di un recente sondaggio condotto dal Centro Levada, e' emerso che secondo l'opinione della maggior parte dei cittadini russi, a ricordarsi di Vladimir Iljc Lenin, il capo della Rivoluzione d'ottobre, tra 40-50 anni saranno solo gli storici.

Infatti il 45% dei russi interpellati, contro il 36% di un analogo sondaggio effettuato7 anni fa, si e' espresso in questi termini, mentre il 30% ha risposto che Lenin verra' ricordato come il fondatore dello stato sovietico. Secondo il 16% degli interpellati Lenin verra' invece ricordato come l'uomo politico l'ideale principale del quale era rappresentato dagli interessi della classe operaia.

Gli interpellati hanno inoltre risposto che Lenin verra' ricordato sia come un grande pensatore in grado di prevedere esattamente il futuro che come un politico calcolatore rivelatosi in grado di imporre la propria volonta' ad una nazione enorme (9%). L'8% degli interpellati ha inoltre dichiarato che Lenin non e' stato altro che un fortunato avventuriero politico, mentre secondo il 6% la figura di Lenin rappresenta quella di un dittatore crudele pronto a sacrificare la vita di milioni di suoi connazionali. Il 3% invece ritiene che Lenin ne' capiva e ne' amava la Russia.

Secondo i sociologi del centro Levada, tra la contemporanea gioventu' russa fino a 25 anni, valutazioni positive nei confronti di Lenin in qualita' di personalita' storica vengono dichiarate mediamente 2-3 volte in meno rispetto agli interpellati in eta' oltre i 55 anni, sebbene notevole sia anche il quantitativo di cittadini russi in eta' avanzata il cui atteggiamento nei confronti della personalita' di Lenin sia tuttora alquanto negativo.

| Ancora
1910