Pravda.ru

Russia

Panico a bordo di un Tupolev-204

21.06.2006
 
Panico a bordo di un Tupolev-204

Esattamente quindici minuti dopo il decollo, all'aereo di fabbricazione russa Tupolev-204 della compagnia aerea "Kavminvody-avia", hanno di colpo ceduto i motori e l'aereo ha iniziato inesorabilmente a predere quota per oltre 500 metri.

Dal momento che in quel momento era gia' possibile sedere senza l'apporto delle cinture di sicurezza, i passeggeri a bordo hanno iniziato letteralmente a volare dai propri posti. Nel secondo salone dell'aereo, un uomo si e' fracassato la testa urtando contro una bordatura decorativa, e nei confronti dei passeggeri, alcuni dei quali con arti gia' fratturati, al ritorno dalle ferie con i loro bambini hanno iniziato a volare viti e bulloni.

A bordo dell'aereo si e' scatenato il panico.

Ecco come descrive cio' che ha passato una delle passeggere, una ragazza di nome Elena: "Un orrore simile in vita mai non l'avevo mai provato!! Ero seduta nella fila 23 con il mio bambino e l'avviso di stare seduti con le cinture di sicurezza allacciate era appena scaduto, per cui una parte dei passeggeri sedeva ovviamente senza le cinture di sicurezza allacciate. E sono stati proprio questi passeggeri a riportare le ferite piu' gravi. Nel momento in cui l'aereo ha iniziato bruscamente a perdere quota, sono iniziati gli urti e le spinte, avevo l'impressione che sul tettuccio dell'aereo battesse la grandine, l'aereo stesso ha iniziato a sballottarsi mentre perdeva quota e la gente ha iniziato ad urlare, a dirsi addio l'uno con l'altro; chi invocava la propria mamma, chi urlava "addio", chi "perdonatemi di tutto", all'interno dell'aereo ha iniziato a fare molto freddo quando improvvisamente abbimo sentito la seguente comunicazione: "Siete pregati di restare ai vostri posti e di allacciare le cinture di sicurezza". Una delle hostess stava in piedi a malapena nella coda dell'aereo col volto insanguinato mentre si faceva il segno della croce...Come e' stato possibile volare altre 5 ore dopo una cosa del genere????? Per le rimanenti 5 ore di volo non ho fatto altro che tenere un'icona tra le mani e recitare ininterottamente il "Padre Nostro".

L'equipaggio non solo non e' stato in grado di trovare le parole per cercare almeno di calmare i passeggeri, ma si e' rivelato addirittura sprovvisto di qualsiasi tipo di farmaco tranquillizzante. "Ci trattano come delle bestie destinate al macello", ha dichiarato un passeggero di nome Vladimir. Per piu' di quattro ore, i passeggeri davano l'addio alla vita...

Secondo informazioni in possesso di "Pravda.Ru", all'uscita del Tupolev-204 la maggioranza dei passeggeri era disperata in lacrime, ma l'aereoporto internazionale di Mosca "Sheremetevo" non si e' rivelato nemmeno all'altezza di far ricorso a psicologi al fine di tranquillizzarli.

Grazie ad una indagine di carattere giornalistico effettuata da alcuni corrispondenti di "Pravda.Ru", tutte le informazioni raccolte sono state consegnate al Comitato statale dell'aviazione internazionale la quale si e' ripromessa che l'intero parco di aerei Tupolev-204 verra' al piu' presto dettagliatamente esaminato da una squadra di specialisti e che ogni singolo aereo verra' studiato nei minimi dettagli per alcune ore.

| Ancora
3575