Pravda.ru

Russia

I pirahna invadono la Siberia

21.06.2006
 
I pirahna invadono la Siberia

Un tipo di preda del tutto inatteso e decisamente "dai denti aguzzi" e' quello che due giovani pescatori hanno tirato su' poco dopo aver gettato l'amo della loro canna da pesca nelle apparentemente tranquille acque di un fiumiciattolo chiamato Berd, che scorre nella periferia della citta' siberiana di Novosibirsk. Tra l'altro non e' facile stabilire chi dei due in questo caso fosse la vera preda!

"Appena ho messo la mano in acqua per estrarre la preda, d'improvviso sento un calore che me l'avvolge. La tiro fuori, guardo - sangue che cola", racconta uno dei due protagonisti, Nikita Batenev. Prontamente ripresisi dallo shock causato dall'aver fatto la diretta conoscenza con i carnivori amazzoni, i due ragazzi hanno deciso di rischiare nuovamente e, dopo aver gettato l'amo in acqua per la seconda volta, sono rimasti esterrefatti nel vedere che aveva abboccato un altro pirahna. Questa volta pero' i due giovani pescatori sono stati in grado di staccarlo accuratamente dall'amo per poi infilarlo in un barattolo di vetro che avevano con se' dopo averlo riempito d'acqua. Ma e' proprio in questo istante che il "pesciolino" ha mostrato tutto il suo perfido carattere: dopo essersi finto morto e' improvvisamente emerso a galla con una rapidita' impressionante nel tentativo, per altro andato a vuoto, di mordere nuovamente.

Allora, i due ragazzi hanno deciso di consegnare il barattolo contenente il carnivoro a degli esperti per le dovute analisi della loro cosi' inattesa preda e il direttore del centro zoologico "Aquarium" di Novosibirsk, Evghenij Beresniov, ha confermato che si tratta di veri e propri pirahna amazzoni.

"E' indubbiamente un pirahna "nattereri" - ha affermato lo specialista - proveniente dal bacino delle Amazzoni. Nel periodo di secca i pirahna possono venirsi a trovare in un bacino idrico isolato ed e' allora che iniziano a divorare tutto cio' che li circonda per poi azzannarsi a vicenda, e se qualche animale ha la sfortuna di capitare in quel bacino, i pirahna sono in grado di sbranarlo nel giro di un paio di minuti".

Quanti fossero i pirahna nelle acque del fiumiciattolo e in che modo ci siano capitati, resta ancora un mistero. L'ipotesi piu' probabile e' che qualche appassionato di aquarium abbia deciso di sbarazzarsene gettandoli nel fiume, probabilmente stanco di avere a che fare con tali belve assetate di sangue. E la cosa piu' straordinaria e' che i pirahna hanno fatto ben presto ad acclimatizzarsi! Infatti, come sostengono gli esperti, i pirahna sono tranquillamente in grado di vivere e di moltiplicarsi anche nelle condizioni climatiche siberiane.

A dire la verita', un fatto analogo e' recentemente successo in Ucraina, per la precisione nella regione della citta' di Dnepropetrovsk, dove un branco di pirahna ha letteralmente terrorizzato un lago chiamato Kasianka. Dapprima hanno iniziato a sparire rane, pesci, finche' e' iniziata una vera e propria ondata migratoria di altre specie di animali. E prima di essere definitivamente neutralizzati, gli "ospiti dai denti aguzzi" hanno anche fatto in tempo a dare una morsicata ad alcuni pescatori locali. Alla fine e' venuto fuori che i pirahna erano stati semplicemente gettati nel lago da un appassionato di aquarium che aveva deciso di sbarazzarsene.

www.utro.ru

| Ancora
3665