Pravda.ru

Russia

Gorbaciov commenta la "marcia degli scontenti"

20.04.2007
 
Gorbaciov commenta la "marcia degli scontenti"

Anche l'ex presidente sovietico Mihail Gorbaciov ha voluto esprimere la propria opinone a proposito della recenti manifestazioni di protesta nei confronti dell'attuale classe dirigente russa tenutesi a Mosca e a San Pietroburgo, meglio conosciute come "marcia degli scontenti".

"Qualcuno vuole complicare la situazione per destabilizzarla", e' stato il primo commento da parte dell'ex leader sovietico nel corso di una conferenza stampa appositamente organizzata.

Gorbaciov si e' poi detto sicuro del fatto che tali "processi calamitosi" come la "marcia degli scontenti" ed altre manifestazioni simili non siano assolutamente compatibili con la democrazia parlamentare. "I partiti d'opposizione servono, ma si deve trattare di partiti rappresentati in parlamento. Ecco la strada lungo la quale dobbiamo proseguire", ha detto Gorbaciov, il quale ritiene che tali "marce" vengano organizzate al solo fine di intimorire l'opinione pubblica, oltre che a rendere la gioventu' russa vittima di speculazioni politiche, cose dal suo punto di vista assolutamente intollerabili. "Dobbiamo trarre lezioni da quanto e' accaduto e dire a coloro che inculcano questo senso di paura all'interno della societa' russa che si tratta di un qualcosa di inammissibile".

L'ex capo di stato sovietico ritiene inoltre che l'epoca dei meeting nella societa' russa sia un qualcosa che da molto tempo appartenga al passato. Secondo Gorbaciov e' giunto il tempo di processi democratici di rotazione del potere che devono basarsi sull'attuale legislazione russa.

L'ex presidente sovietico ha inoltre colto l'occasione per rinnovare il proprio sostegno al corso intrapreso dall'attuale presidente russo Putin, riconoscendone per l'ennesima volta i meriti per cio' che riguarda i processi di stabilizzazione del paese. "Io sono a favore di tutto cio' che ha fatto in questi anni e che continua a fare Putin. Il presidente si' e' molto impegnato per dare una svolta verso la modernizzazone. Io sostengo Putin", ha dichiarato a proposito Gorbaciov, secondo il quale la Russia "e' gia' passata attraverso tutte le guerre e rivoluzioni possibili. La Russia adesso e' un altro paese e noi siamo un altro popolo per cadere in conflitto".

Gorbaciov non esclude pero' la possibilita' che i processi mirati a destabilizzare l'attuale situazione interna della Russia continueranno anche in futuro. "Penso che si tratti di un'unione di piu' persone che hanno un unico scopo: prendere il potere", ha infine concluso l'ex leader sovietico.

| Ancora
2920