Pravda.ru

Russia

Tragedia in Russia

20.03.2007
 
Tragedia in Russia

Un'esplosione, molto probabilmente dovuta ad una fuga di metano, si e' verificata lunedi' mattina alle ore 11:16 all'interno di una miniera di carbone chiamata "Uljanovskaja", situata nella regione siberiana di Kemerovo. Al momento dell'esplosione, all'interno della miniera vi si trovavano circa 200 minatori, 71 dei quali, secondo gli ultimi dati resi noti dalle autorita' locali, hanno perso la vita.

Pare purtoppo che il bilancio delle vittime, gia' grave di per se', sia immancabilmente destinato a salire dal momento che, secondo le ultime informazioni, solamente 75 dei 200 minatori sono stati tratti in salvo, mentre altri 54 sono tuttora imprigionati nei cunicoli sottorranei della miniera.

Secondo quanto dichiarato a proposito della tragedia dal governatore della regione di Kemerovo, Aman Tuleev, "adesso la cosa piu' importante e' salvare quante piu' vite umane possibile ed impedire che all'interno della miniera si sviluppi un incendio". Al momento sul luogo della tragedia sono all'opera 12 squadre di soccorso provenienti dalle vicine citta' di Kemerovo e Novokuznetsk, coadiuvate da un elicottero per il trasporto dei feriti negli ospedali della zona. Anche il ministro dell'Emergenza russo, Serghej Shioighu', su richiesta diretta da parte del presidente Putin, e' partito alla volta del Kuzbass al fine di seguire da vicino gli sviluppi della situazione.

La Procura Generale della Federazione Russa, come comunicato direttamente sul proprio sito Internet, ha aperto un'inchiesta per far luce sulle cause che hanno portato alla tragedia, mentre anche il primo ministro russo, Mihail Fradkov, attualmente in visita ufficiale nel Sudafrica, ha fatto sapere che e' gia' stata formata una speciale commissione governativa incaricata di svolgere le indagini sulla sciagura.

La miniera "Uljanovskaja", teatro della tragedia e di proprieta' della compagnia "Yuzhkuzbassugol", era conosciuta per essere una delle piu' moderne in Russia per cio' che riguarda sia le attrezzatture che i sistemi di sicurezza. Aperta nell'ottobre del 2002, produce giornalmente circa 6.000 tonnellate di carbone per un totale annuo quantificato in tre tonnellate.

Nel frattempo, la direzione della compagnia "Yuzhkuzbassugol", proprietaria della miniera, ha reso noto che si impegnera' a risarcire le famiglie dei minatori morti con 1 milione di rubli ciascuna, (circa 30.000 euro), cifra concordata con il governatore della regione di Kemerovo, Aman Tuleev.


| Ancora
2819