Pravda.ru

Russia

La Procura russa indaga un arbitro: anche qui calciopoli?

19.08.2006
 
La Procura russa indaga un arbitro: anche qui calciopoli?

Su ordine della Procura generale della Federazione Russa ha preso il via un'indagine in merito a possibili casi di corruzione nel calcio russo. L'indagine e' stata avviata dopo che il Procuratore generale della Federazione Russa, Yurij Ciaika, ha ricevuto una lettera inviatagli dal presidente della commissione della Duma per la lotta alla corruzione, Mihail Grishankov, il quale esortava la Procura generale ad avviare le indagini a proposito di una serie di episodi scandalosi avvenuti di recente nel massimo campionato di calcio russo.

Di conseguenza venerdi' la Procura generale ha incaricato la sezione alla lotta contro i crimini economici della polizia di Mosca di indagare nei confronti dell'arbitro Pavel Kulalaev, direttore di gara di una recente gara del campionato di serie A fra la squadra siberiana del Tom e lo Spartak Mosca finita 2-2, che qui in Russia ha scatenato polemiche a non finire.

Ricordiamo che nel corso della partita incriminata, ad una ventina di minuti dalla fine con lo Spartak in vantaggio per 2-0, l'arbitro Kulalaev ha dapprima concesso un rigore alquanto dubbio a favore dei padroni di casa, poi realizzato, per poi espellere il centravanti dello Spartak, Roman Pavliuchenko, e non concedere allo Spartak una rete segnata nei minuti di recupero per un fuorigioco ancor piu' dubbio del rigore concesso in precedenza.

| Ancora
1615