Pravda.ru

Russia

Piu' di mezzo milione di crimini in Russia dall'inizio del nuovo anno

18.03.2007
 

Secondo quanto diffuso in questi giorni dal ministero degli Interni, il quantitativo di crimini commessi sul territorio della Federazione Russa dall'inizio del 2007 ammonta a piu' di mezzo milione.

Nei primi due mesi del nuovo anno infatti, in tutta la Russia sono stati registrati ben 590.000 crimini, una percentuale del 3,6% superiore rispetto all'analogo periodo del 2006. Il ministero degli Interni ha altresi' reso noto che la tendenza dell'aumento di fatti criminosi e' stata finora registrata in 57 regioni russe, mentre nelle restanti 29 si sta assistendo ad una lieve diminuzione.

Nei primi due mesi dell'anno in corso inoltre, gli organi del ministero degli Interni russo hanno ricevuto circa 3 milioni di comunicazioni relative a crimini di vario genere commessi, vale a dire un quarto in piu' rispetto ai primi due mesi del 2006. Il servizio stampa del ministero degli Interni ha inoltre comunicato che mediamente viene aperta un'inchiesta relativa ad un crimine su sei commessi sul territorio della Federazione Russa.

Si tratta prevalentemente di furti e rapine, mentre solamente un caso su diciotto riguarda furti di appartamenti, percentuale che, come comunicato dal servizio stampa del ministero degli Interni, rispetto all'analogo periodo dell'anno scorso e'diminuita dell'8,4%.

Per cio' che riguarda invece crimini commessi a mano armata, il loro quantitativo complessivo nei primi due mesi del 2007 e' stato fissato in 2898, con San Pietroburgo a guidare questa graduatoria con 224 casi, seguita da Mosca con 193, la regione di Ekaterinburg con 116, la provincia di Mosca con 115 ed infine la Repubblica cecena con 98.

| Ancora
1750