Pravda.ru

Russia

I due giorni del summit dei G-8 a San Pietroburgo

17.07.2006
 
I due giorni del summit dei G-8 a San Pietroburgo

Si e' conclusa ieri pomeriggio la prima giornata del summit dei G-8 che si tiene in questi giorni a San Pietroburgo. Tra i capi di stato partecipanti al vertice, il primo a giungere a San Pietroburgo, gia' nel pomeriggio di venerdi', e' stato il presidente americano George Bush per un incontro nel Palazzo Konstantinovskij con il presidente russo Vladimir Putin. Prima ancora di iniziare i colloqui, il presidente russo ha approfittato dell'occasione per rendere omaggio a Bush, in occasione del suo 60esimo compleanno celebrato il 6 luglio, regalandogli un originale film su videocassetta intitolato "Lora e Bush", dedicato interamente al periodo matrimoniale tra il presidente americano e la sua consorte, contenente fatti poco conosciuti di vari aspetti della loro vita in comune. Il colloquio tra i capi di stato delle due superpotenze e' successivamente iniziato in forma privata e solo in un secondo tempo si sono uniti a Putin e Bush i membri delle delegazioni russa ed americana. Nel corso del colloquio i due presidenti hanno affrontato principalmente attuali problemi di politica estera come ad esempio la situazione nel Medio Oriente nonche' i programmi nucleari dell'Iran e della Corea del Nord.

Mentre aveva luogo il colloquio fra Putin e Bush, nel frattempo all'aeroporto "Pulkovo" di San Pietroburgo sono iniziati ad atterrare gli aerei con a bordo le delegazioni dei paesi del G-8, il primo dei quali e' stato quello del primo ministro giapponese Kojdzumi, seguito da tutti gli altri ospiti internazionali con il primo ministro tedesco, la signora Angela Merkel, a chiudere la fila.

La giornata di sabato e' trascorsa in un'atmosfera dai toni rilassati caratterizzata da alcuni episodi di carattere amichevole come ad esempio la domanda posta dal primo ministro canadese, magari con un pizzico d'invidia, nei confronti di Putin sul segreto della sua enorme popolarita', o come le congratulazioni fatte prsonalmente da Bush a Prodi per la vittoria degli Azzurri al recente Mondiale di Germania.

La giornata di ieri invece e' stata completamente dedicata alle questioni fondamentali del vertice, suddivise in due blocchi; dapprima sono state discusse quelle relative ai problemi legati all'energia globale ed allo sviluppo dell'istruzione, seduta che tra l'altro e' durata esattamente il doppio del tempo previsto, cioe' due ore. Il terzo blocco di questioni, riguardante principalmente la lotta contro le malattie infettive e' stato discusso subito dopo il pranzo a base di piatti tipici della cucina russa offerto dal presidente russo.

In totale, gli otto capi di stato hanno sottoscritto sette documenti, i tre principali intitolati rispettivamente: "L'istruzione per le societa' innovative nel XXI secolo", "La sicurezza energetica globale" e "La lotta contro le malattie infettive". In aggiunta, sono stati discussi e ratificati altri quattro importanti documenti relativi alla lotta contro la corruzione ad alto livello, la lotta contro la pirateria intellettuale, il commercio ed infine la collaborazione con i paesi africani.

| Ancora
3398