Pravda.ru

Russia

I deputati russi intenzionati a ridurre la pubblicita' erotica

13.04.2007
 

Ieri un gruppo di deputati del Parlamento russo ha presentato un nuovo disegno di leggeatto a limitare la pubblicita' sui mass-media di servizi di carattere sessuale ed erotico. Come dichiarato ai giornalisti da uno degli autori del disegno di legge, il viceportavoce della Duma Vladimir Katrenko, l'emendamento prevede la limitazione delle trasmissioni televisive di carattere erotico esclusivamente nella fascia oraria che va dall'una alle quattro di notte.

Il nuovo disegno di legge prevede altresi' una speciale norma grazie alla quale i servizi e le merci di carattere sessuale potranno venire reclamizzate esclusivamente sulle riviste specializzate in questo specifico campo, le quali a loro volta dovranno riportare sulla copertina informazioni relative alla loro attivita'. "Solamente in questo modo sara' possibile evitare che riviste non specializzate in questo campo offrano ai cittadini la pubblicita' di servizi o merci di carattere erotico", ha dichiarato a proposito Katrenko.

L'autore del disegno di legge ritiene inoltre che "negli ultimi tempi i fornitori di servizi di carattere sessuale ed erotico hanno notevolmente attivizzato la propria attivita". In particolare, secondo Katrenko, "sugli schermi di canali televisivi nazionali hanno fatto la propria comparsa molti programmi di carattere erotico indirizzati prevalentemente nei confronti della gioventu'".

"La pubblicita' televisiva dei piu' disparati servizi erotici, come i display per i cellulari, messaggi sms di carattere erotico nonche' i servizi di sesso on-line e' diventata sempre piu' aggressiva ed invadente negli ultimi tempi e tutto cio' viene diffuso principalmente da canali televisivi ricreativi seguiti dalla gioventu'. Non bisogna dimenticare a questo proposito che la legislazione in vigore prevede la trasmissione in chiaro di tali servizi pubblicitari solamente dalle ore 23 alle 4 di notte". ha dichiarato Katrenko.

Ricordiamo che in precedenza venne proposto all'attenzione della Duma un disegno di legge che proibiva completamente la pubblicita' di tali servizi sui canali televisivi. Tuttavia il documento non venne approvato dal governo russo che da parte sua raccomando' agli autori di modificarne la redazione prima di riproporlo.

| Ancora
2383