Pravda.ru

Russia

Russia: la speranza del mondo

09.11.2006
 
Pagine: 123
Russia: la speranza del mondo

Edgar Cayce nacque nel 1877 e mori' nel 1945. Durante la sua vita fu noto come il sensitivo dormiente. Per quarantatre anni diede prova della sua straordinaria abilita' di entrare in una trance auto indotta distendendosi su un sofa' e chiudendo gli occhi. Da questo stato alterato poteva rispondere ad una gamma eterogenea di domande.

Le sue risposte che furono definite "letture" contenevano delle introspezioni così preziose che persino al giorno d’oggi si è trovato un aiuto pratico per tutto, dal mantenimento di una dieta ben bilanciata al miglioramento delle relazioni sentimentali, alla sconfitta di malattie mortali e all’esperienza di un cammino più vicino a Dio. Sebbene Cayce sia morto più di sessanta anni fa, l’utilità del materiale nelle sue letture è evidenziata da circa dodici biografie e più di 300 titoli che discutono diversi aspetti della sua vita e del suo lavoro.

Cayce fece una previsione in particolare che, a causa del modo di pensare limitato che prevaleva nel mondo durante la sua vita e che è durato a lungo dopo la sua morte, ha provocato un grandissimo scetticismo e dubbio. L’umanità non ha mai compreso questa previsione sorprendente e ancora oggi la maggior parte della gente non riesce ad accettarla.

Le parole profetiche che pronunciò dal suo stato di trance furono: "Attraverso la Russia avrà origine la speranza del mondo". Si può solo immaginare la forte reazione che si sollevò da una semplice verità come questa, che venne fuori quando la paura americana del comunismo e del bolscevismo era all’apice e la Russia era vista come il nemico di tutte le cose materialistiche e buone. Naturalmente questa affermazione fu utilizzata per denigrare la grandissima conoscenza e competenza di Cayce. È il solito atteggiamento della società di rigettare quello che non rientra nella nostra capacità di comprensione limitata al modo in cui noi pensiamo che le cose dovrebbero essere.

 E, così era ed è stato sin dal giorno in cui Cayce ha fatto la sua semplice e ancora devastante previsione riguardo il modo di pensare futuro che sarebbe prevalso nel mondo. Non sarebbe stata l’America a costituire la speranza del mondo, ma bensì la Russia. Come sarebbe potuto accadere questo e come sarebbe mai riuscita qualsiasi nazione a superare l’America nell’ambito della libertà e della speranza?

L’America non è rimasta la terra della speranza e della libertà che era cinquanta anni fa. È cambiata e negli ultimi 35 anni i leader americani sono diventati gli unici più grandi fornitori di atti terroristici sul pianeta. Forze mercenarie addestrate dal governo degli Stati Uniti e dalla Cia hanno utilizzato campagne terroristiche contro popolazioni civili disarmate in molti paesi.

L’America ha preso parte alla distruzione di chiese, ospedali, scuole, case, hotel, aziende agricole, industrie e altri obiettivi non militari. L’America ha ucciso milioni di persone nel Laos, Cambogia, Corea, Congo, Timor Est, Panama, El Salvador, Grenada, Guatemala, Mozambico, Somalia, Angola, Iugoslavia, Iraq, Afghanistan e numerosi altri paesi.

In molti paesi in cui i movimenti democratici minacciavano il potere delle società americane nello sfruttamento delle popolazioni del luogo, i leader statunitensi hanno impiegato il terrorismo degli squadroni della morte per sopprimere con successo la riforma sociale e democratica.

Sebbene l’America sia stata decisamente allontanata da quelli che per anni sono stati i suoi valori e principi morali, le trasgressioni del passato non sono niente al confronto con la pazzia che pervade la nazione ora. Dopo aver usurpato i regni del potere in una elezione del 2000 del tutto truccata, George W. Bush e il suo regime megalo-maniacale hanno trasformato rapidamente una nazione che una volta stava per "libertà" e "giustizia" in una nazione fondata su avidità, violenza e morte.

Nella sanguinaria corsa al potere e ai loro interessi, il gruppo neoconservatore sta facendo strage di giovani americani e di centinaia di migliaia di innocenti tra cui uomini, donne e bambini in Iraq, in Afghanistan e in tutto il mondo.

I neoconservatori e i loro padroni delle aziende si prefiggono niente meno che il totale asservimento dell’umanità in quello che potrebbe essere descritto soltanto come uno stato infernale, industriale, militare e fascista, simile a quello descritto da George Orwell nel suo romanzo profetico – "1984". Questo gruppo di società e politici, che hanno rubato l’America, considera la loro gente come semplice e puro bestiame da usare, ingannare, sfruttare e mettere dentro un tritacarne in continua azione di una "guerra incessante" per raggiungere potere e interessi.

Sin dal loro furto dell’America, hanno commesso innumerevoli reati di guerra e hanno violato di fatto ognuna delle Convenzioni di Ginevra attraverso l’uso della tortura e l’uccisione di civili su larga scala. Hanno utilizzato armi proibite come bombe a frammentazione e fosforo bianco.

Russia: la speranza del mondo
Hanno commesso crimini per cui non esistono ancora leggi scritte, crimini contro la terra e l’ambiente.

Il regime di Bush ha sparso più di 1000 tonnellate metriche dell’isotopo mortale U238, le scorie radioattive dell’America, sull’Iraq e l’Afghanistan, rendendo la leucemia infantile e gli aborti spontanei un luogo comune, condannando le genti di entrambi gli stati ad una sofferenza senza fine e una morte prematura.

Pagine: 123
| Ancora
6191