Pravda.ru

Russia

Mosca si prepara alla Parata della Vittoria

09.05.2006
 
Mosca si prepara alla Parata della Vittoria

Tutto e' pronto a Mosca per la 61esima parata militare in onore della Grande Vittoria, come viene definita qui in Russia, ottenuta dall'Armata Rossa nel 1945 sulla Germania nazista.

In mattinata, il presidente della Federazione Russa, Vladimir Putin ha reso omaggio personale alla memoria dei milioni di cittadini russi ed ex sovietici caduti durante la Grande guerra Patriottica, deponendo una corona di fiori sulla tomba del Milite Ignoto, per poi incontrarsi, come impone la tradizione, al Cremlino con una rappresentanza di veterani Eroi dell'Unione Sovietica.

Da parte loro, le autorita' cittadine hanno innanzitutto dichiarato la chiusura al traffico nel centro della capitale a partire dalle ore 06.00 di domani mattina, ed in secondo luogo, dal momento che i meteorologi per il 9 maggio avevano promesso una giornata piovosa, hanno lanciato nel cielo di Mosca ben 11 aerei col compito di disperdere le nuvole in modo da rendere del tutto festosa l'atmosfera che si respirera' domani sulla Piazza Rossa.

Nel corso della parata, che iniziera' alle ore 10.00 (in Italia saranno le 8 di mattina) e che verra' trasmessa come di consueto in diretta TV a reti unificate, sfileranno in tutto 5700 persone tra militari delle Forze di terra, mare e cielo dell'esercito russo, nonche' un nutrito gruppo di veterani, rigorosamente vestiti con le uniformi dell'epoca e con i gonfaloni dei reparti di appartenenza, di quell'Armata Rossa che 61 anni fa giunse sino nel cuore del Reichstag nazista, costringendo la Germania a sottoscrivere l'atto di capitolazione incondizionata.

La parata di domani vedra' una grossa novita': per la prima volta in assoluto verra' eseguito in coro da tutti i suoi 5700 partecipanti l'inno nazionale della Federazione Russa, accompagnato non dalla tradizionale musica, bensi' da 17 cannonate a salve sparate nel cielo per onorare la memoria di tutti coloro che hanno perso la vita nella lotta contro il fascismo. Corre gia' voce secondo la quale l'avvenimento entrera' a fare parte del Guinness dei primati.

Mosca si prepara alla Parata della Vittoria

Un'altra novita' e' rappresentata dal fatto che, per la prima volta, secondo una disposizione governativa recentemente entrata in vigore, la parata verra' ufficialmente aperta facendo sfilare lungo la Piazza Rossa solamente la bandiera di stato della Federazione Russa. Fino all'anno scorso invece, la cerimonia veniva ufficialmente aperta facendo sfilare contemporaneamente sia la bandiera di stato che la bandiera rossa dell'Unione Sovietica, proprio quella originale e storica che i sergenti dell'Armata Rossa Egorov e Kantaria innalzarono a Berlino sul Reichstag il 30 aprile 1945.

A proposito guardate in prima pagina il servizio fotografico: Il Giorno della Vittoria: quadri inediti della Grande guerra Patriottica

Oltre alla parata militare che da sempre rappresenta l'apoteosi del 9 maggio, al fine di onorare la memoria dei caduti, sono previste per la giornata di domani non meno di 1500 manifestazioni tra concerti di carattere militare e non che avranno luogo contemporaneamente in vari punti del centro cittadino. Inoltre, nella Piazza Rossa verra' installato un maxi-schermo che trasmettera' per tutta la giornata le interviste registrate in precedenza dei veterani della Grande guerra Patriottica.

Da notare che per tutto l'arco della giornata di domani, nessun canale televisivo sara' autorizzato a trasmettere spot pubblicitari. La giornata televisiva di domani sara' interamente dedicata alla Grande guerra Patriottica con film, documentari, interviste e dibattiti che ricorderanno per l'ennesima volta quali immani sacrifici ha dovuto sopportare il popolo sovietico in quei tragici anni.

Il momento piu' emozionante in TV giungera' indubbiamente alle ore 19.00 quando, dopo un discorso tenuto dallo speaker ufficiale della TV di stato con un sottofondo musicale di una tristezza infinita, verra' annunciato un minuto di silenzio in memoria dei 27 milioni (ma probabilmente sono molti di piu', di questo ne parleremo domani) di cittadini russi ed ex sovietici caduti per liberare la loro patria dal fascismo.

| Ancora
4662