Pravda.ru

Russia

L'associazione "Reporter senza frontiere" insoddisfatta delle indagini relative all'omicidio di Anna Politkovskaja

08.04.2007
 
L'associazione "Reporter senza frontiere" insoddisfatta delle indagini relative all'omicidio di Anna Politkovskaja

Come reso noto dalla stazione radiofonica moscovita "Eho Moskvy", l'organizzazione internazionale "Reporter senza frontiere" ha espresso tutta la propria insoddisfazione a proposito delle indagini sull'omicidio della giornalista Anna Politkovskaja, avvenuto ormai mezzo anno fa.

"Nel corso di sei mesi di indagini non e' stato registrato alcun progresso", si legge nella nota ufficiale dell'organizzazione diffusa successivamente dall'emittente radiofonica della capitale russa.

"Le dichiarazioni da parte della Procura russa non garantiscono che questo orribile omicidio possa venir scoperto. Di conseguenza riteniamo sia indispensabile formare una commissione internazionale che porti avanti le indagini se nel frattempo non faranno la loro comparsa prove inconfutabili del buon esito delle indagini sinora condotte da parte dalle autorita' russe", viene inoltre sottolineato nella nota.

Nel frattempo, sabato scorso nel centro di Mosca ha avuto luogo un meeting in memoria della giornalista uccisa esttamente sei mesi fa nell'ascensore della sua abitazione, al quale hanno preso parte circa 400 manifestanti, i quali sono sfilati lungo le vie centrali della capitale russa esibendo ritratti della Politkovskaja oltre a striscioni che riportavano le scritte "Basta mentire" e "Vi state scavando la fossa con le vostre mani".

Da notare che la manifestazione era stata in precedenza regolarmente autorizzata da parte delle autorita' moscovite.

| Ancora
1867