Pravda.ru

Russia

Entro il 2016 la popolazione russa si ridurra' di 7 milioni

06.03.2007
 
Entro il 2016 la popolazione russa si ridurra' di 7 milioni

Entro il 2016 la popolazione della Federazione Russa sara' costituita da circa 135 milioni di cittadini. Lo ha dichiarato ieri il vicedirettore dell'Agenzia federale per la sanita' e lo sviluppo sociale Nikolaj Vorodin nel corso di una riunione tenutasi al Consiglio federale.

Secondo i piu' recenti dati statistici, al 1 gennaio 2007 la popolazione della Federazione Russa e' costituita da 142 milioni e 200.000 cittadini, per cui, secondo le previsioni di Vorodin, nell'arco dei prossimi nove anni si assistera' ad una graduale ma costante riduzione di questa cifra di ben nove milioni di unita'.

Secondo quanto dichiarato da Vorodin, le cause principali della futura riduzione della popolazione russa sono rappresentate da crisi di carattere sociale, unite a quella demografica, caratterizzata dall'alto numero di famiglie russe con un solo figlio a carico, oltre all'alta mortalita' maschile.

Il vicedirettore dell'Agenzia federale per la sanita' e lo sviluppo sociale ha inoltre sottolineato il fatto che ogni anno che passa si riduce sempre piu' in Russia il numero complessivo di ragazzi e ragazze in eta' inferiore ai 18 anni, numero che, al 1 gennaio 2007 e' costituito dal 20,2% della popolazione complessiva.

Inoltre Vorodin ha tenuto a precisare che, soprattutto negli ultimi tempi, e' stato registrato un notevole aumento delle malattie da parte delle donne russe in stato di gravidanza, fattore che va poi ad incidere sulla salute dei loro figli. Infatti, a questo proposito, va detto che i bambini di eta' inferiore ai 14 anni si ammalano sempre piu' spesso di malattie croniche e nei loro confronti e' stato registrato un tasso sempre piu' elevato di incidenti e casi di avvelenamento.

Un ultimo fattore che, secondo Vorodin, incide notevolmente sulla futura riduzione della popolazione russa, e' dovuto al fatto che oggigiorno in Russia ben il 17% dei matrimoni e' caratterizzato dalla sterilita', cosa che, come ha sottolineato lo stesso vicedirettore dell'Agenzia federale per la sanita' e lo sviluppo sociale, "supera il livello critico".

| Ancora
2399