Pravda.ru

Notizie » Italia

Napoli: non si fermano gli agguati e gli omicidi

09.11.2006 | Origine:

Pravda.ru

 

Dopo otto giorni di calma, Napoli e la sua provincia tornano a essere bagnate dal sangue. Altri due omicidi hanno scosso la periferia della citta'. Il primo agguato e' avvenuto a Qualiano, dove, due killer, a bordo di un'ambulanza rubata, hanno sparato numerosi colpi di pistola per uccidere Pasquale Russo, 41 anni, ritenuto elemento di spicco della criminalita' organizzata e coinvolto nell'omicidio di Nicola Pianese l'anno scorso. Dopo l'agguato, i sicari si sono disfatti dell'ambulanza. In serata Vincenzo Sansone, 51 anni, con precedenti per favoreggiamento personale e detenzione di armi, e' morto per le conseguenze di un secondo agguato di camorra.

L'uomo, secondo una prima ricostruzione, sarebbe stato colpito al petto da alcuni colpi di arma da fuoco in via Santa Maria a Cubito, tra Marano e Calvizzano; Sansone e' stato trasportato da familiari in auto all'ospedale di Giugliano, dove e' spirato. Lo Stato, pero', hanno portato a termine piu' di un blitz nel capoluogo campano e nell'hinterland. I carabinieri hanno setacciato Marano, nell'area Nord del capoluogo campano, impiegando anche per la prima volta la forza di reazione rapida creata per il "Patto per la sicurezza a Napoli" di recente firmato dalle istituzioni campane con il ministero dell'Interno.

Un primo bilancio dell'operazione vede 12 arresti, di cui 4 in esecuzione di ordinanze di custodia cautelare, sei per spaccio di droga in flagranza, e due per ricettazione. La polizia e' stata impegnata in mattinata in controlli straordinari del territorio nel Rione Sanita' a Napoli e a Torre Annunziata. Ventidue affiliati dei clan di Fuorigrotta Bianco e Zazo, poi, sono stati arrestati su decreto di fermo della Procura partenopea. In manette anche i boss Antonio Bianco, preso con il 'libro contabile' del clan, e Salvatore Zazo, rintracciato a Roma nascosto da parenti.

Fonte: www.canisciolti.info

 
| Ancora
1953